Chissà quante volte si è pensato di acquistare una seconda casa per la villeggiatura o per ospitare parenti ed amici in occasione delle feste.
I bungalow in legno sono l’ideale per creare una seconda dimora tutta da vivere sia in estate che in inverno.
Chi ha già provato per puro caso l’esperienza di vita in un bungalow conosce bene il comfort abitativo di queste case in legno che sono identiche a quelle che ci sono nei villaggi turistici e nelle zone alpine.
Alcuni genitori affittano per le vacanze estive i bungalow in legno proprio perché offrono la giusta frescura quando il solleone non da tregua all’esterno, in modo da essere sicuri che i loro bambini potranno godere di salubrità e temperatura ideale.
Lo stesso vale per i bungalow di montagna che sono abitabili al 100% tanto è vero che non vengono adoperati per le sole vacanze nelle località sciistiche ma sono vere e proprie abitazioni dove gli abitanti vivono per 365 giorni all’anno godendo di accoglienza e tepore nonostante le temperature rigide.
Sono abitazioni a tutti gli effetti, corredate degli stessi accessori che ci sono nelle case convenzionali in calcestruzzo, solo che al contrario di queste ultime si risparmia sull’energia elettrica per raffrescare gli ambienti e sul combustibile per riscaldarli.

Bungalow al mare, montagna e in città

Molti cittadini decidono di investire in modo alternativo il proprio denaro e lo fanno non acquistando un immobile in calce e cemento, ma optando per un appezzamento di terreno in una zona marina o in una montana.
Avendo a disposizione un terreno edificabile è possibile chiedere tutte le autorizzazioni ed i permessi per costruire un bungalow di legno dove trascorre alcuni determinati periodi dell’anno per godere alcuni giorni di vacanza al mare o in montagna senza dover pagare alberghi ed altre strutture private.
Se invece si ha la fortuna di possedere un manto erboso nelle adiacenze della soluzione principale è bene pensare ad un bungalow in legno per risolvere il problema di ospitare parenti ed amici durante le festività natalizie o pasquali.
Inoltre il bungalow può essere un’ottimo rimedio per un figlio che vuole trascorrere qualche ora al giorno nella quiete più completa per preparare una tesi di laurea o addirittura per vivere in modo indipendente pur restando in famiglia

L’iter burocratico da seguire

Come tutti i prefabbricati di medie e grandi dimensioni, anche la costruzione dei bungalow ha bisogno dei relativi permessi da parte degli enti comunali.
Prima di incaricare la ditta costruttrice è meglio fare una ricerca all’ufficio tecnico del proprio comune per comprendere bene quali siano le pratiche da assolvere e se è possibile posizionare quel determinato tipo di prefabbricato o se ci sono limiti paesaggistici o architettonici.
La prassi da seguire è un pò fastidiosa ma affrontabile e se non si ha il tempo necessario si può sempre chiedere ad un tecnico dell’impresa realizzatrice di bungalow in legno di agire per proprio conto pagando una piccola cifra aggiuntiva.


Share