Una data da non dimenticare: martedì 17 aprile apre presso la Fiera Milano a Rho e nella zona di P.ta Genova, la 51a edizione del Salone del Mobile. Una rassegna che presenta le molteplici proposte degli oltre 2.500 espositori caratterizzate da qualità e innovazione: dai mobili ai complementi d’arredo, dalle cucine ai bagni ai prototipi innovativi degli under 35. Milano in queste giornate si appresta quindi a diventare nuovamente la capitale dell’arredo e del design pacificamente invasa, in base alle più attendibili previsioni da oltre 300.000 visitatori pronti a premiare la qualità dell’offerta commerciale e del sistema espositivo.
Tra i pezzi di maggior prestigio presentati dalla rassegna, Frida – XXII Compasso d’Oro assegnato nel 2011- sedia in rovere progettata da Odoardo Fioravanti e prodotta da Pedrali, che ha riportato sul podio la sedia in legno in qualità di archetipo dell’abitare. E ha risvegliato la voglia di creare un oggetto senza tempo e senza compromessi, esercitando fantasia, tecnica e stile. Una sedia, la cui caratteristica principale è rappresentata dalla sovrapposizione di una scocca tridimensionale ad una struttura in legno massello e che rappresenta un punto di riferimento nella lavorazione del legno per la sua estetica dinamica.
Molti si chiederanno cosa ci sia ancora da inventare intorno al prodotto sedia: la risposta la lasciamo alle parole del leggendario architetto danese Hans Wegner: «Il compito di creare una buona sedia è un’impresa senza fine». La veridicità delle sue parole è dimostrata dal recente fiorire di progetti di sedie in legno, firmate da grandi architetti e da giovani designer, che tracciano nuove forme o reinterpretano la grande tradizione. Quest’articolo che ha segnato, con la sua forma pulita e con la raffinata tecnologia costruttiva, un punto a favore dello stile contemporaneo è disponibile presso l’expo de L@ Lissonese in Via Nuova Valassina, 322/D a Lissone (MB).


Share