Si racconta che il Lago di Garda abbia preso il nome dalla cittadina di Garda, in memoria della fortezza che per lungo tempo lo difese. Ora scomparsa, come l’antica città di Benaco del resto, di questa importantissima fortificazione rimangono oggi soltanto le sue rovine, alte sulla cima della collina, a sud della città… Si narra che la fortificazione sia stata demolita da Ottone IV, probabilmente per vendicare la prigionia di una sua grande antenata: Adelaide di Borgogna, figlia di Rodolfo II di Borgogna e di Berta d’Alemannia. Adelaide si sposò giovanissima, ovvero a soli 16 anni con Lotario II (il Re d’Italia nel 947); fin da ragazzina fu molto amata, soprattutto dalla povera gente e dagli emarginati, ai quali sembra si dedicasse con grande dedizione. Lotario fu avvelenato a soli tre anni di distanza dalle nozze, in seguito a una congiura organizzata da Berengario II, il quale pretese a quel punto che Adelaide sposasse il figlio Adalberto, perché questi potesse divenire il nuovo Re… Adelaide non ne volle sapere e per questa ragione fu fatta imprigionare nella Rocca di Garda.
La donna, dotata di una grande forza di carattere, non si perse d’animo tuttavia, inoltre a liberarla ci pensarono proprio due tra quelle persone delle quali si era tanto occupata in precedenza: un pescatore ed un frate. Per mezzo di uno stratagemma, Adelaide riuscì a fuggire nella notte e a raggiungere la città di Canossa, insieme alla figlia Emma. A Canossa poté incontrare l’Imperatore del Sacro Romano Impero, Ottone I, al quale riferì tutto quel che era accaduto; il sovrano colpito dalla forza e dal coraggio di Adelaide (che pare fosse anche particolarmente colta, dato che parlava ben quattro lingue) se ne innamorò e partì per l’Italia, per sconfiggere Berengario II. Una volta vendicata l’amata, Ottone I spedì Berengario II in esilio e assunse la corona del Regno d’Italia… Al suo ritorno, nel 951, sposò Adelaide, facendone dunque anche la sua Regina.

La reputazione di Adelaide crebbe a dismisura, soprattutto alla morte di Ottone I (973) quando divenne la Regina del Sacro Romano Impero, con pieno potere decisionale al fianco del figlio Ottone II. Insieme a Teofano, la principessa bizantina che aveva sposato suo figlio, si occupò di mandare avanti l’impero quando il giovane Re morì.

La cittadina di Garda dista circa 40 km da Verona, 65 da Mantova e circa 35 dal vostro hotel a Sirmione, al di là delle rovine della rocca in cui fu imprigionata la Regina Adelaide, potrete visitare la Punta San Vigilio, una bellissima penisola che chiude a nord-ovest il Golfo del Garda, conosciuta soprattutto per la Baia delle Sirene e per essere sempre stata meta di visitatori illustri quali Vivien Leigh, Laurence Olivier e Winston Churchill.

Caterina Pomini


Share