Appalti, Lavori Pubblici e Risoluzione controversie

Gli organi istituzionali di controllo, che vigilano sull’operato dei committenti di contratti pubblici di lavori, servizi e forniture (in primis, la Procura della Corte dei Conti, oltre, naturalmente, all’A.N.A.C.), mostrano di riservare un’attenzione crescente ai procedimenti di “accordi bonari” ed alle “transazioni” in corso d’opera, in ordine ai loro contenuti, assai spesso borderline rispetto alle prescrizioni di legge e alle numerose indicazioni fornite sul tema dalla stessa A.N.A.C.

E’ l’occasione per esaminare le molteplici criticità insite nel sistema delle “riserve” e le difficoltà operative che devono fronteggiare i responsabili del procedimento ed i direttore dei lavori/direttori dell’esecuzione del contratto, nella gestione delle commesse pubbliche, allorquando si trovano a fronteggiare le richieste delle imprese esecutrici/fornitrici, di refusione dei maggiori oneri connessi e conseguenti a fatti imprevisti ed imprevedibili verificatisi in corso d’opera.

– Torino, 1 dicembre

– Milano, 10 dicembre


Share