Noi, la cosiddetta “Generazione 1000 euro” (per prendere in prestito il titolo del film di Massimo Venier), stiamo crescendo, anzi, siamo cresciuti, e ci prepariamo ad affrontare una vita che per molti anni abbiamo solo sentito raccontare dai nostri genitori. Noi, nipoti dei Robinson, di Happy Days, di McGyver, di Magnum P.I., di Dallas, di Star Trek, di Walker Texas Ranger, di Lassie, della Famiglia Bradford, di Genitori in blue Jeans, di Miami Vice e addirittura di Rin Tin Tin.

Sempre noi, che per un periodo della nostra vita abbiamo seriamente creduto che Jessica Fletcher fosse davvero nostra nonna vestita di giallo, e che guardando Beverly Hills 90210, Willy il Principe di Bel Air, Dawson’s Creek, Friends, Smallville, Will & Grace, O.C. e Sex and The City abbiamo pensato chissà cosa e abbiamo sognato almeno una volta di vivere le fantastiche avventure dei protagonisti delle serie tv americane.

Siamo sempre noi, che spinti dall’immaginazione fomentata da ciò che si guardava in tv, adesso siamo diventati adulti, e nessuno, tanto tempo fa, ci aveva allarmati e ci aveva detto che ci saremmo ritrovati a vivere in un sistema completamente abbandonato a se stesso e ridotto sull’orlo del baratro. Ma noi, la “Generazione 1000 euro” (così definita anche se il lavoro effettivamente non si trova e, pur trovandolo, questi 1000 euro tanto decantati non vengono mai percepiti da chi si è appena affacciato nel mondo del lavoro…) abbiamo coraggio, e sogni. Tanti sogni. Ed è proprio partendo da quei sogni che ci sono stati inculcati dai telefilm americani durante l’infanzia e l’adolescenza che dobbiamo trovare il coraggio di reagire e di ritagliarci un posticino nel mondo del lavoro.

Le nuove Kally Taylor, Marissa Cooper, Joey Potter, e Carrie Bradshaw, ed i moderni Brandon Walsh, Ryan Atwood, Dawson Leery e Mr Big non devono perdersi d’animo, ma anzi, armarsi di forza e coraggio, magari partendo proprio dall’America. Come? Iniziando innanzitutto con un’adeguata formazione. Studiare l’ inglese in Usa può infatti rappresentare la chiave di svolta di cui si è alla disperata ricerca per diventare i protagonisti di oggi e di domani.

Con ESL viaggi studio, che seleziona soltanto le migliori scuole di lingua, la soluzione ai tanti punti interrogativi che affollano le nostra mente è davvero a portata di mano! Basta andare sul sito per capire di cosa stiamo parlando e di quanto l’offerta proposta sia davvero qualificata, specializzata e variegata. Tra la molteplicità dei soggiorni linguistici, i più gettonati sono quelli che prevedono la possibilità di frequentare corsi di inglese negli Stati Uniti. Sì, avete capito bene!

Grazie a ESL viaggi studio avrete la possibilità di scoprire un’incredibile diversità di culture, origini, divertimenti, paesaggi, climi, atmosfere, ritmi e sapori… imparare l’inglese negli Stati Uniti, nel Paese dove hanno origine i nostri sogni, si rivelerà un’esperienza indimenticabile e costituirà la nostra solida base di partenza per iniziare con decisione e determinazione una nuova ed importante fase della nostra vita. …Perché, se come diceva una pubblicità molto in voga nei nostri tempi, “crescere è un gioco da ragazzi”, è altrettanto vero che bisogna rimboccarsi le maniche darsi da fare sul serio. Atro che gioventù bruciata!


Share