La carta igienica riciclata e l’ambiente

La carta igienica riciclata viene adottata da tantissime strutture ricettive che acquistano rotoli di carta igienica all’ingosso per fornire le stanze da bagno di un prodotto sicuro e compatibile con l’ambiente.
Grazie anche all’avvento di internet, il consumo di carta si sta riducendo ma ciò non toglie che gli alberi vengono abbattuti per far fronte alla produzione di tovaglioli, fazzoletti ed altro materiale cartaceo che occorre giornalmente tra le mura domestiche, nei centri di ristorazione, nelle strutture ospedaliere ed in tutti quei luoghi dove l’uso di ausili cartacei è indispensabile.
La scarsa informazione non porta l’utenza a preferire fazzoletti o tovaglioli di stoffa a quelli di carta, mentre sarebbe una soluzione ottimale quella di ricorrere a questo metodo per far diminuire notevolmente lo spreco di carta ed il conseguente abbattimento degli alberi.
Per la carta igienica non c’è alternativa e non potendo usare la stoffa, bisogna per forza acquistare rotoli di carta.
Tuttavia, per ovviare a questo problema è nata la carta igienica riciclata che deriva dal riciclo e dalla lavorazione di carta da macero presa dalla raccolta differenziata, metodica che in nostro paese sta adottando da qualche anno.

Una carta che tarda ad affermarsi sul mercato

Sempre perché si hanno le idee poco chiare, la carta igienica riciclata non è conosciutissima anche se molte aziende ben informate la stanno acquistando.
Gli spot televisivi ci mostrano immagini di rotoli lunghi, morbidi e bianchissimi mentre, in realtà, la carta igienica allo stato puro come quella riciclata ha una tonalità che va dal grigio al marrone.
Il bombardamento mediatico sulla carta igienica bianca e super bianca non aiuta certamente la vendita di carta igienica riciclata mentre i rotoli di carta igienica all’ingrosso sono più economici ed aiutano l’ambiente.
È importante diffidare di aziende che promettono carta igienica riciclata candida come la neve poiché, per renderla ‘appetibile’ al pubblico, viene tratta con sostanze candeggianti che ne provocano lo sbiancamento e che sono altamente nocive per l’ambiente.
In tali sostanze sbiancanti, infatti, sono presenti cloro, perossido di idrogeno ed azoto.

I pregiudizi da eliminare

Tanti pregiudizi non aiutano affatto l’ambiente perché non è così importante avere a disposizione della carta igienica bianchissima quando dopo pochi secondi andrà a finire negli scarichi fognari.
Fortunatamente, i gestori di molte comunità, di punti di ristorazione, di alberghi e aziende di vari settori merceologici si avvalgono di grossisti che propongono la carta igienica riciclata.
Queste aziende che operano anche attraverso i canali telematici offrono prodotti buoni, di alta qualità e derivanti dal costante impegno e dall’esperienza nel settore della carta igienica e, in particolare, della carta igienica riciclata.
I rotoli di carta igienica all’ingrosso vengono proposti per soddisfare i trend del mercato in base alle esigenze di ogni cliente.


Share