Continua la sorprendente avventura artistica australiana della camaleontica Silvia Tuccimei, artista lucchese di fama internazionale che sta portando avanti un percorso innovativo e sui generis di ricerca sperimentale molto interessante, riscuotendo importanti consensi anche nella lontana Australia, dove ha consolidato e rafforzato un crescente apprezzamento già con la sua partecipazione nel 2013 all’edizione di “Sculpture by the Sea” con un’opera di profonda suggestione e intensa proiezione energetica denominata “Le Passage Secret”. Di recente la Tuccimei è stata menzionata con commenti elogiativi dal Ministero degli Affari Esteri, dal sito ONU Italia, dal noto giornale della City of Sydney, da Art Magazine.it ed è stata intervistata dalla popolare televisione SBS Australia e dall’AISE Ufficio Stampa Internazionale. Attualmente la poliedrica scultrice e pittrice è protagonista di un’importante mostra espositiva dal titolo “Out Of Canvas” allestita presso il rinomato istituto italiano di cultura a Sydney dal 5 marzo al 10 aprile 2015.

 

Nel raccontare le fasi salienti della sua formazione e della sua evoluzione, la Tuccimei spiega “Nel 1983 mi sono diplomata presso il centro scolastico per le industrie artistiche di Lugano, lo CSIA, e successivamente mi sono trasferita a Parigi, dove ho frequentato per 10 anni lo studio dello scultore Angel-Perez. Qui ho potuto perseguire e approfondire la mia ossessione per la forma umana e per le forme geometriche. Inoltre, l’ambiente parigino mi ha spinto e stimolato a ridefinire l’uso della linea, della forma e del colore, in modo che man mano rimuove gli strati del mondo conosciuto, per mettere a nudo la sottostante fragilità della vita. Ho esplorato questo tema per oltre 25 anni, con attento studio e doviziosa analisi delle sue articolate componenti e sfaccettature”.


Share