Milano, maggio 2014 – Le vendite di alimenti di IV gamma in Italia sono gradualmente aumentate nel 2012, dimostrando come gli ortofrutticoli freschi pronti al consumo siano dei prodotti alimentari apprezzati dai consumatori italiani principalmente per la praticità d’uso; tuttavia, a partire dal mese di dicembre 2012, proseguendo fino a giugno 2013, dati Ismea/Gfk-Eurisko hanno evidenziato una inversione di tendenza nel settore alimentare, che ha coinvolto anche gli ortaggi di quarta gamma.

Rispetto ai dati Nielsen presentati durante la Tavola Rotonda organizzata da AIIPA IV Gamma nel settembre 2013 al Macfrut – in base ai quali nel trimestre giugno-agosto 2013 il mercato della IV gamma segnava un -3,8% a valore e un -1,6% a volume rispetto all’anno precedente – durante l’evento AIIPA IV Gamma, che si è tenuto il 6 maggio 2014 al Cibus di Parma, Nielsen ha presento uno spaccato interessante sulle opportunità e sulle criticità a breve e medio termine per il comparto. Secondo le rilevazioni Nielsen, nel breve periodo il mercato presenta segnali incoraggianti in termini di volumi sviluppati, cui tuttavia non corrisponde una tenuta dei fatturati. L’ingresso di nuove referenze, inoltre, continua ad essere una variabile chiave del mercato: il 65% del fatturato generato dei nuovi prodotti proviene dai brand, segno che c’è ancora spazio per l’innovazione e per nuove opportunità di sviluppo da parte dell’industria di marca.
I prodotti ortofrutticoli di IV gamma non necessitano di ulteriori manipolazioni o lavaggi da parte dei consumatori ed allo stesso tempo conservano dal punto di vista nutrizionale caratteristiche analoghe a quelli di I gamma (ortofrutta fresca tradizionale), favorendo una dieta sana ed equilibrata ricca di fibra, acqua e volume.
I prodotti di quarta gamma facilitano il consumo di frutta e verdura fra le persone che ne farebbero a meno se dovessero prepararsi in autonomia i prodotti di I gamma, senza contare che il loro packaging monoporzione o comunque porzionato li rende consumabili in ogni circostanza.

Naturalmente, per garantire la freschezza dei prodotti di IV gamma – come l’ insalata in busta o la frutta confezionata- la raccolta, la lavorazione e la vendita debbono essere realizzate in tempi brevi. Una volta arrivate negli stabilimenti, le materie prime vengono lavorate a temperatura refrigerata controllata e sottoposte ad almeno due fasi di lavaggio, realizzate con acqua potabile o resa potabile attraverso tecnologie che comunque non lasciano alcun residuo di sostanze non consentite dalla legge. Il processo di pulizia industriale è quindi molto più efficace di quello domestico, senza contare il fatto che le materie prime utilizzate nel settore provengono da coltivazioni a lotta integrata, riducendo al minimo l’utilizzo di pesticidi chimici.
La quarta gamma offre la possibilità impagabile di gustare una ampia gamma di insalate, frutta e ortaggi in ricette già pronte, che riducono gli sprechi al minimo.

AIIPA
Corso di Porta Nuova, 34
Tel.02/654184
Fax02/654822
aiipa@aiipa.it


Share