Il Vodafone Village è il nuovo quartier generale di Vodafone Italia, sorto in via Lorenteggio a Milano e inaugurato ufficialmente nel giugno scorso.

Il complesso è stato progettato dagli architetti Gantes e Morisi della società P.R.P. con l’obiettivo di coniugare un‘immagine architettonica moderna con soluzioni tecnologiche d’avanguardia che ottimizzano i consumi energetici e riducono l’inquinamento atmosferico.

La struttura si estende su una superficie di circa 67.000 m² ed è il risultato del recupero di un’ampia area industriale dismessa. È composta da tre edifici collegati tra loro da corridoi sospesi che data la loro dimensione e forma si distinguono nettamente dalle architetture circostanti. Il tutto infatti è stato articolato pensando alle esigenze dei circa tremila dipendenti per i quali il posto di lavoro diventa una sorta di “cittadella” con tutti i comfort: sono presenti infatti una mensa da 800 posti, 9 aule per la formazione e un teatro da 400 posti. Il Vodafone Village è stato progettato come un punto di incontro tra il tessuto residenziale periferico e il polo direzionale limitrofo e la presenza di ampi spazi verdi indica chiaramente l’intento di promuovere le relazioni tra gli abitanti del quartiere.

La centrale tecnologica

Il complesso è alimentato da una centrale di trigenerazione ad alto rendimento con potenzialità 3.354 kWe, 9,985 kWt e 7.800 kWf; questa consente un notevole risparmio energetico, quantificabile in circa 1.000.000 m³ di gas naturale l’anno, pari a 2000 t l‘anno di C02 non immessa in atmosfera.
Al gruppo di cogenerazione a metano (3.354 kW) basato su un motore endotermico alternativo a ciclo Miller, fanno da supporto tre caldaie a condensazione Viessmann Vitomax 200 LW.
Le caldaie hanno una potenzialità utile di 2300 kW ciascuna e intervengono nel caso di eventuali fermi macchina del cogeneratore, o qualora sia necessario coprire eventuali punte di assorbimento. Grazie all’impiego della tecnica della condensazione e a tecnologie d’avanguardia consentono di raggiungere rendimenti particolarmente elevati (fino al 95%).
L’impianto si completa con una centrale frigorifera composta da un assorbitore al bromuro di litio (1800 kW), oltre ad altri quattro gruppi frigoriferi (2000 kW ciascuno) con inverter.
Le centrali sono ubicate al secondo livello interrato e sono prediposte per l’installazione di un secondo cogeneratore e di un altro assorbitore. Infine, sulla copertura è stato installato un impianto fotovoltaico di 800 m², parte integrante di un giardino pensile.

Esigenze del Vodafone Village

L’impianto deve rispondere alle elevate richieste di riscaldamento dell’intero edificio, ottimizzando la tempo stesso i consumi per ridurre i costi energetici.

La soluzione Viessmann

Il generatore per acqua calda Vitomax 200-LW raggiunge rendimenti particolarmente elevati (fino al 95%) grazie alla tecnica della condensazioneGarantisce una sicura trasmissione del calore e ridotte perdite di carico sul lato gas di scarico, grazie alle superfici di scambio termico convettivo con tubi fumo di grandi dimensioniL’isolamento di 120 mm consente di contenere le dispersioni termiche.


Share