Il Vicenza Jazz Festival 2016 si è presentato in conferenza stampa il 17 Marzo al Bar Borsa di Vicenza. Il tema di quest’anno è “Di nuovo in viaggio verso la libertà” la musica diventa quindi uno strumento di libertà creativa e civile che diventa una “lotta” di emancipazione personale.
In scena dal 6 al 14 maggio il Vicenza Jazz è di fatto un vero e proprio viaggio lungo nove giorni attraverso un percorso musicale ricchissimo e con proposte sempre originali.
Alla conferenza stampa anche il vicesindaco di Vicenza, Jacopo Bulgarini D’Elci ha definito la manifestazione “un festival memorabile per nomi, numeri di appuntamenti e numeri che ci attendiamo in termini di pubblico”. Dello stesso parere anche gli altri protagonisti della conferenza stampa, Luca Trivellato, sponsor principale dell’evento e Damiano Salmeri, proprietario del Bar Borsa che ospiterà le serate del Jazz Cafè Trivellato e delle incredibili jam session.

 

La manifestazione ritorna con nomi di altissimo spessore,Stefano Bollani, Daniele Sepe, Paolo Fresu, Ralph Towner, Brad Mehldau, Joe Lovano ed Enrico Rava, solo per citarne alcuni.

Musica ma non solo “Quest’anno ci sarà un particolare legame tra jazz e poesia – ha raccontato il direttore artistico del festival, Riccardo Brazzale -, che culminerà nella giornata di apertura, il 6 maggio, con la declamazione poetica di George Elliott Clarke, esponente di spicco della cultura afro-canadese, accompagnata dal sax di Roberto Bonisolo al Teatro Olimpico”.

 

Come di consueto il festival, giunto ormai alla sua ventunesima edizione vive di più anime e in moltissimi luoghi. Lungo tutta la sua durata l’intera città di Vicenza risuonerà di Jazz, i musicisti, passeranno difatti da una cornice all’altra, dal Teatro Olimpico al Comunale, dal Bar Borsa all’auditorium dell’Università di Vicenza, da Piazza dei Signori, con l’evento cardine del festival che si terrà sabato 7 maggio, con la musica di Sepe, Bollani alla Basilica Palladiana, dalle chiese ai cinema.

 

“Il jazz italiano sta facendo grandi passi: sono nate diverse associazioni, si è formato un nuovo pensiero su questa musica” parole di uno degli artisti che da sempre è una certezza del Vicenza Jazz Festival, Paolo Fresu in diretta telefonica per la conferenza stampa, l’artista ha dichiarato la sua emozione per la performance che eseguirà nella splendida cornice del Teatro Olimpico, nella quale si esibirà con un chitarrista d’eccezione.
In attesa del Vicenza Jazz Festival 2016 il Blog di Vicenza Jazz vi terrà aggiornati con gli appuntamenti più interessanti sul territorio fino all’inaugurazione del festival, che si terrà il 6 maggio 2016 al Teatro Olimpico.
Sarà George Elliott Clarke, alla sua prima al Vicenza Jazz, ad inaugurare il Festival all’interno della magnifica cornice del Teatro Olimpico di Vicenza, accompagnato dal fantastico sax del canadese di origini italiane Rob Bonisolo.
Quello di George Elliott Clarke e di Bonisolo sarà l’opening act del Teatro Olimpico che vedrà subito dopo sul palco l’attesissimo Joe Lovano al sax accompagnato in quartetto da Lawrence Fields (piano), Peter Slavov (contrabbasso) e Iami Estrefi (batteria).

 

La doppia performance al Teatro Olimpico sarà di casa quest’anno al Vicenza Jazz, che prevede per ogni serata un opening act, un concerto principe e il ritorno degli artisti del primo al bar borsa a partire dalle 22, ampliando notevolmente l’offerta di serata dell’intero Vicenza Jazz.
Visita il sito del Vicenza Jazz Festival per scoprire tutti gli appuntamenti in programma.


Share