Capita, molto spesso, di trascurare quell’elemento integrativo ed integrante della nostra abitazione, quale il giardino, sia per una scarsa manutenzione, sia per un “abbandono” quasi volontario da parte dei proprietari. L’arredo da giardino non viene meno ad una progettazione del verde, non basta, cioè sistemare l’erba seguito uno stile “prato all’inglese”: molti utenti, addirittura, non seguono neppure quest’ultima tendenza, inconsiderevoli di ciò che può portare un arredamento da giardino su misura per il loro spazio verde.
Il rischio di realizzare un’area disomogenea e senza logica rappresenta un po’ quello che è il timore di molti, però, per chi necessita un maggiore conforto in questo senso, va detto come bastino poche e semplici regole per arredarlo a regola d’arte, almeno per integrare questo spazio verde al resto dell’abitazione, rendendo il contesto ideale e fondamentale dell’area abitativa.
Non solo una zona di transito o di posteggio auto, ma un angolo di relax e punto di incontro durante i vari periodi dell’anno, creando un ritrovo adatto per ricevere amici, ospiti, preparando cene o party personalizzati senza recarsi in costosi e rumorosi ristoranti.
Inoltre, si potrebbe utilizzare per dedicare un lasso di tempo a noi stessi, punto di riflessione ed ispirazione durante le giornate più soleggiate, quando attorno a noi, vi è traffico e confusione.
Le dimensioni non contano eccessivamente nell’arredamento del giardino, in quanto è possibile, anche avendo a disposizione uno spazio ridotto, creare un’area speciale ed altamente personalizzata; se si considera l’arredo del giardino in sé, basterà seguire e rispettare alcuni criteri fondamentali legati ai concetti di funzionalità e logica: un ambiente funzionale risponde alle esigenze primarie in cui gli utenti agiscono ed è fattore sociale pregnante nella vita di tutti i giorni; in riferimento alla logica, si deve considerare un’area disposta ed attrezzata in modo omogenea ed uniforme, capace di valorizzare la struttura stessa, aggiungendo le potenzialità all’immobile.
Lo stile dell’arredamento del giardino deve accostarsi in qualche modo a quello dell’interno della casa,ma, in taluni casi, potrebbe anche discostarsene decisamente, a seconda dei gusti del proprietario di casa. Il contesto globale deve apparire in armonia ed in sintonia, creando una sorta di continuum decorativo dal piacevole impatto visivo, grazie al supplemento di mobili dall’outfit ricercato e che meglio rappresenti il gusto di colui che l’ha scelto.
C’è chi può scegliere, per l’arredo da giardino, uno stile classico con sedie e tavoli in legno massiccio per un tocco di country, o un set di mobili in ferro battuto con toni forti, o ancora, arredare con dei mobili in rattan, morbidi e flessibili, adatti ad ogni tipo di uso.
L‘arredamento da giardino, dunque, spazia a 360° e, come quello per interni, presenta delle fasce di prezzo differenti e per tutte le tasche, l’importante è che si acquistino complementi resistenti ai raggi UV ed alle intemperie.


Share