Il patrimonio immobiliare presente in Italia rappresenta qualcosa di importante e prezioso per il nostro Paese, perché quindi non puntare sull’industrializzazione della riqualificazione per riattivare il mercato e sottolineare l’importanza del campo edile? Di questo e di molti altri temi legati all’edilizia si è parlato nell’edizione di Rebuild 2015 e nell’ultimo Think Thank organizzato da questa piattaforma interattiva e multidisciplinare a Milano lo scorso Ottobre.

La costruzione di edifici a consumi zero in soli 10 giorni è possibile in diversi Paesi (come ad esempio l’Olanda) e anche per l’Italia questa possibilità potrebbe essere tangibile. Come? Attraverso l’innovazione dei fondamenti produttivi di un settore, abbracciando azioni di deep renovation, puntando su prodotti di qualità, sull’innovazione e sulla valorizzazione tecnologica immobiliare.

Proprio parlando di tecnologie e digitalizzazione, questi aspetti rappresentano delle opportunità fondamentali tanto nell’edilizia quanto nei processi di rigenerazione urbana. Probabilmente, in futuro, quando cercheremo un noleggio furgoni ribaltabili Milano per svolgere lavori edili e di movimento terra, è probabile che il tutto funzionerà in maniera semi-automatica a distanza, tramite l’utilizzo di un dispositivo di realtà aumentata. Un progetto, questo, ideato da Volvo per il 2030, che ci fa ben sperare.

Per quanto riguarda la digitalizzazione dell’edilizia italiana, invece, il processo di informatizzazione sarà uno dei passaggi fondamentali, già in atto seppur in maniera più lenta rispetto al resto d’Europa. Il futuro quindi sarà caratterizzato da punti di gestione digitali in tutta la casa, da termostati che diventano registri del risparmio energetico e da infrastrutture digitali che saranno in grado di abilitare processi altrimenti impossibili di rigenerazione urbana.

Reinventare l’edilizia quindi, si può, prendendo esempio da chi, come la Germania, è arrivata a a raggiungere l’obiettivo di ristrutturazione di 20 milioni di case in 20 anni, ovvero due riqualificazioni al minuto. Un futuro edile diverso, efficiente, digitale e che guarda alla qualità permettendo sia il miglioramento delle città che il risparmio energetico e monetario su tutti i fronti.


Articolo realizzato in collaborazione con Ciemme Noleggio, azienda che dal 1984 offre un servizio di noleggio piattaforme aeree, autogru e macchine movimento terra.


Share