La frutta è un alimento indispensabile in tutte le stagioni ed a tutte le età, per usare un gioco di parole si potrebbe dire che è un alimento indispensabile a tutte le “stagioni dell’età”, e proprio per questo dovrebbe essere consumata dalle persone almeno un paio di volte nell’arco della giornata.
La frutta è ricca di elementi estremamente nutritivi, come le vitamine, le fibre- che posseggono eccellenti qualità anticolesterolemiche, combattendo quindi il colesterolo “cattivo”, antitumorali e favoriscono anche le attività dell’intestino- ed i sali minerali, come il selenio, che secondo quanto dimostrato da molte ricerche cliniche sono elementi che aiutano a prevenire alcuni tumori (al colon ed allo stomaco).
Di recente si è diffusa, in concomitanza con la presa di coscienza sociale che anche LA corretta alimentazione può aiutare ad avere una vita migliore, la moda dei frullati di frutta a base di frutti. Senza difficoltà infatti adesso possiamo trovare negozi e gelaterie che ci offrono queste bevande naturali oppure prodotti simili, come la più classica macedonia, granite di frutta e simili. Per chi vuole creare queste prelibatezze salutari in casa propria e possiede un po’ di giardino il gioco è facile e parte dalla scelta delle giuste piante: gli alberi di pero o di pesco sono sicuramente delle scelte ideali dato che questi frutti si prestano bene sia alla preparazione di frullati o granite, che- all’occorrenza- di torte; sono inoltre due frutti che, come anche le mele, hanno un ridotto contenuto di zuccheri ed inoltre non hanno un sapore troppo dolce e quindi è meno facile che a lungo andare stanchino. Le piante di ciliegio non sarebbero una scelta ideale dato che questo frutto cresce solo per pochi giorni all’anno (le ciliegie si colgono di solito a fine maggio- giugno e comunque dopo fine giugno sono già fuori stagione) e le dimensioni del frutto scoraggerebbero chiunque a lavorarlo per farne dei frullati. Va infatti tenuto presente, quando compriamo questi prodotti fuori casa,che nel caso di alcuni frutti piccoli, o che non sono di stagione, è probabile che all’alimento vengano aggiunti coloranti, o concentrati per renderlo più appetibile e saporito.
La preparazione di una buona bevanda a base di frutta si basa comunque sulla scelta del tipo di prodotto che ne vogliamo ottenere: se si vuole preparare una bevanda dissetante- che costituisce quindi un fuori orario, aggiuntivo ai pasti principali- si deve limitare il contenuto calorico che sale incredibilmente se si aggiungono zucchero, sciroppi o liquori; se invece la si sta preparando come un sostitutivo al pasto, bisogna calibrare bene gli ingredienti per offrire il massimo dei principi nutritivi.
Una volta scelto il tipo di frutto/i da inserire nel preparato- banane, fragole rampicanti, ananas, pesche, susine ecc- ed il contenuto calorico che vogliamo assumere, possiamo fare un frullato o un frappè. Il frullato è preparato solitamente con la frutta-con buccia- frullata assieme al latte, che aggiunge quindi alle vitamine e alle fibre, proteine e grassi, creando quindi un ottimo alimento sostitutivo al pasto, che tuttavia è fresco e leggero. Il frappè si può realizzare frullando la frutta (sbucciata) con del ghiaccio, ma molto più spesso il ghiaccio è sostituito con gelato, a volte anche con liquori; l’alimento che ne deriva è quindi molto diverso da una semplice bevanda rinfrescante ed arriva ad avere un contenuto calorico tale da poterlo paragonare ad un dolce.

Articolo a cura di Serena Rigato
Prima Posizione srl-blog google


Share