Reputation Manager, società leader in Italia nell’analisi e nella gestione della reputazione nei canali online, e il nuovo sito dedicato al diritto all’oblio.

Diritto all'oblio

Il diritto all’oblio applicato al web e ai motori di ricerca

Già nel 2012 si inizia ad affrontare la tematica relativa al diritto all’oblio applicato a internet e alla rete con l’intento di concentrare l’attenzione sui rischi legati ai propri dati personali diffusi tramite il web. Infatti il diritto all’oblio, inserito tra i diritti inviolabili, prevede che ogni cittadino possa richiedere la rimozione o la rettifica di notizie che siano ritenute lesive della propria persona o diffamatorie per la personale identità. La principale condizione sancita all’interno del diritto è il fatto che le notizie non devono essere ritenute di chiaro interesse per la collettività e non andare quindi a ledere i diritti di informazione e conoscenza. La tematica ritorna di grande attualità nel 2014, in seguito alla pronuncia di una storica sentenza da parte della Corte di Giustizia dell’Unione Europea: la Corte è infatti chiamata ad intervenire da un cittadino spagnolo, il quale richiede la rimozione di articoli riguardanti un periodo di crisi finanziaria da lui affrontata oltre 15 anni in precedenza e senza alcun legame con il presente; la sentenza da ragione all’uomo e, per la prima volta, un motore di ricerca viene obbligato a rimuovere dai propri risultati alcune notizie di quotidiani.

Reputation Manager

Da Reputation Manager un aiuto per orientarti nella tematica del diritto all’oblio

Trattandosi di una sentenza piuttosto recente, le discussioni e gli interrogativi a riguardo sono ancora numerosi, così come le modifiche in ambito applicativo, in particolare dopo l’istituzione da parte dei principali motori di ricerca di un modulo per le richieste di rimozione di link lesivi, letteralmente prese d’assalto dagli utenti. È quindi indispensabile rimanere costantemente aggiornati per tutto ciò che riguarda le continue modifiche apportate e le novità in materia: per fare ciò, gli specialisti di Reputation Manager hanno messo a disposizione di tutti gli utenti un apposito canale Twitter dedicato al tema del diritto all’oblio, in cui trovare ogni sorta di informazione a riguardo.


Per maggiori informazioni vieni a visitare il profilo Twitter dedicato al diritto all’oblio creato da Reputation Manager.


Share