L’avvento degli smartphone ha notevolmente modificato la nostra vita grazie alla possibilità di essere sempre connessi alla rete, dialogare con i nostri amici, accedere a servizi prima non facilmente disponibili. Lo sviluppo di applicazioni iphone si è arricchito di nuove funzionalità grazie alla nuova tecnologia sviluppata da Apple denominata iBeacon.

Si tratta di un nuovo sistema di interazione contestuale tramite localizzazione mirata che utilizza il Bluetooth e attraverso il quale è possibile offrire servizi di proximity marketing, indoor positioning e molto altro. Si tratta quindi di un sistema di microgeolocalizzazione che Apple ha deciso di proporre in alternativa all’NFC, spesso annunciato e atteso da utilizzatori e sviluppatori ma in realtà mai arrivato sui nostri iPhone/iPad.

Come detto il sistema si basa sul bluetooth con un core 4.0 Low Energy attraverso il quale è possibile inviare all’applicazione un messaggio contestuale. Se prendiamo ad esempio un negozio di abbigliamento potremo ricevere un coupon di sconto speciale per acquistare alcuni capi, o simili nel momento in cui ci avviciniamo alla scaffale che “nasconde” il dispositivo hardware compatibile con iBeacon che ci ha notificato la sua presenza.

Apple ha puntato su questo sistema ( come già detto in alternativa all’NFC ) e quindi si prevedono futuri sviluppi relativi all’utilizzo di questo protocollo anche per l’invio/ricezione di pagamenti. Una delle caratteristiche hardware fondamentali che ha spinto l’azienda di Cupertino ad utilizzare il bluetooth è la distanza: l’NFC si limita a connessioni ad una distanza molto ristretta ( massimo 20 centimetri ) mentre iBeacon garantisce il funzionamento anche a 50 metri di distanza.

La prima implementazione di questo sistema è disponibile negli Apple Store presenti in USA ma presto si prevede verrà estesa man mano a tutti gli Apple Store del mondo. Altro utilizzo è stato effettuato dall’Aereporto Internazionale di San Francisco che ha deciso di utilizzare questo sistema di microlocalizzazione per aiutare i ciechi a muoversi all’interno dell’aereoporto grazie all’installazione di oltre 500 dispositivi di trasmissione bluetooth che utilizzano la tecnologia iBeacons.

 

 

 

 

 

 


Share