Jesolo chiama Bardolino. Bardolino risponde.
Da metà ottobre, infatti, una delle capitali del turismo lacustre veneto diventerà luogo di formazione per i manager turistici del futuro. Verrà inaugurato il corso per divenire Hospitality Manager, un esperto in pianificazione e marketing, che svolge attività di supporto alla direzione di imprese e servizi turistici. Si tratta di un corso biennale, la cui “casa madre” è Jesolo, dove da un paio d’anni è presente un’omonima struttura, particolarmente legata alle realtà ricettive del territorio e che quest’anno ha diplomato 24 ragazzi, con un’alta percentuale (più del 70%) di inserimento lavorativo dopo lo stage obbligatorio. Da qui la scelta dell’Istituto Tecnico Superiore per il Turismo di Jesolo di esportare e condividere un’esperienza in una meta turistica, Bardolino appunto, che attira da sempre visitatori e turisti da paesi come la Germania, l’Inghilterra, la Spagna, l’Olanda e più recentemente dalla Russia e dai paesi dell’Est. La formazione è non solo teorica, ma alle lezioni frontali si affianca l’esperienza sul campo, con stage e tirocini formativi direttamente negli alberghi e nelle strutture turistiche. Ivan De Beni, sindaco del comune di Bardolino, commenta felicemente questa liasion: “Certamente questa iniziativa rappresenta un’importante opportunità sia per il Comune sia per gli alberghi della zona, che in questo modo vedrebbero la formazione di figure professionali molto valide in possesso di conoscenze, abilità e competenze, indispensabili per operare in contesti di lavoro che si evolvono rapidamente rispondendo con concretezza alla domanda proveniente dal mondo produttivo”.
“E’ una formula innovativa – spiega Massimiliano Schiavon, presidente Fondazione ITS Turismo – per una formazione meno accademica e più vicina al mondo delle imprese con un taglio economico rivolto alle nuove tecnologie. Una scuola di post-formazione per diplomati che puntano all’eccellenza. A Jesolo questa formula, che vede la partecipazione di alberghi, istituzioni, associazioni e consorzi del territorio, risulta interessante sia dal punto di vista formativo che da quello turistico. Dopo due anni di lavoro crediamo che ITS sia divenuta una realtà che ha una propria identità definita, più specifica e differenziata rispetto agli altri istituti per il turismo. Siamo convinti che si tratti di un modello esportabile anche in altre località turistiche importanti, quali ad esempio Bardolino e il lago di Garda”.

Le iscrizioni sono aperte fino al Primo Ottobre: la domanda di ammissione alla selezione, indirizzata al Presidente dell’ITS per il Turismo, dovrà essere redatta sull’apposito modulo, scaricabile dal sito www.itsturismo.it.

QUI IL LINK AL VIDEO DOVE SI POSSONO RICAVARE LE ESPERIENZE DIRETTE DEI RAGAZZI http://www.youtube.com/watch?v=O5IumLBM0n8&feature=em-upload_owner


Share