Con un tasso di copertura che supera il 90 per cento della popolazione, Bolzano figura oggi ai primissimi posti in Italia per quanto riguarda la diffusione di accessi internet a banda larga. Quello che si può ormai considerare il superamento del digital divide è stato possibile grazie a un forte impegno dell’amministrazione provinciale nella creazione di infrastrutture IT. Oltre ad investire nella rete in fibra ottica, la Provincia ha sfruttato i finanziamenti europei bandendo varie gare d’appalto per la creazione di una HiperLAN (una rete a onde radio) capace di portare la banda larga nelle zone meno accessibili e meno popolate dell’Alto Adige, dove l’ADSL su rame non era mai arrivata. Il provider Raiffeisen OnLine ha fatto parte del consorzio di imprese che si è aggiudicato i lavori per la copertura di 65 dei complessivi 113 comuni altoatesini, assumendo così un ruolo di rilievo nel processo di modernizzazione tecnologica della provincia.

Con oltre 600 access point ed una copertura di 1600 km via HyperLAN, WiMax e – nelle zone più impervie – via satellite, il progetto “Broadband44+” è la rete radio di gran lunga più estesa della provincia. Sono oltre 6000 i clienti che si avvalgono oggi della connessione internet via radio offerta da Raiffeisen OnLine, che, nata in seno al gruppo bancario Raiffeisen dalla presenza capillare in Alto Adige, dispone senza dubbio di un vantaggio strategico per la realizzazione di una rete radio ad alta densità: molte delle stazioni forwarder e bridge sono state poste sulle sedi bancarie stesse. La HyperLAN così realizzata offre, dalle vette alle valli, una banda sufficiente per l’erogazione di servizi internet / multimediali e di telefonia VoIP (ROL Voice) ricchi di funzionalità e altamente personalizzabili.

Con il pacchetto di servizi internet per utenti privati, l’ampiezza di banda di cui si avvale il cliente è di 1360 KBit/s flat. Sebbene tale throughput risulti leggermente inferiore rispetto ad una connessione ADSL in download è spesso superiore in upload, rivelandosi più che adeguato per l’uso quotidiano. Per i clienti business invece la gamma di servizi si estende fino ad una flat simmetrica da 2048 KBit/s. L’impiego della tecnologia HyperLAN per l’ultimo miglio offre inoltre indubbi benefici sia in termini di riduzione dei tempi di caricamento di pagine web complesse sia per la velocità di trasmissione del traffico voce grazie al fatto che tale tecnologia presenta notoriamente tempi di latenza significativamente inferiori rispetto alle linee ADSL (circa 6ms della HyperLAN rispetto ai 20ms delle linee ADSL).

Sia per le connessioni HyperLAN sia per le connessioni in rame, Raiffeisen OnLine ha scelto i diversi modelli di router FRITZ!Box Fon come centrale per le comunicazioni presso l’utenza aziendale e residenziale. Nel caso della HyperLAN, i tecnici di Raiffeisen OnLine installano il ricevitore sul tetto del cliente in contatto visivo con l’access point (stazione bridge o non-forwarder), il cui segnale copre una distanza di fino a 7 km. Un cavo Ethernet collega il ricevitore alla porta LAN 1 del FRITZ!Box, che opera quindi in modo similare ad un modem via cavo.

L’installazione risulta rapidissima: l’utente non deve far altro che inserire le proprie credenziali di accesso al servizio (PPPoE) e può avvalersi immediatamente della connettività internet anche laddove prima era impensabile.
Sono numerosi gli utenti che hanno optato anche per i servizi di telefonia via internet erogati da Raiffeisen OnLine, avvalendosi sia della telefonia gratuita tra i clienti, sia di tariffe locali e globali particolarmente convenienti, senza dover rinunciare al proprio numero (portabilità) e fruendo di una numerazione geografica con prefisso della
località ove è ubicato l’utente, anche in assenza di linea telefonica tradizionale. Grazie alla gestione della banda integrata nel FRITZ!Box gli utenti possono assegnare alla telefonia internet banda sufficiente per garantire la massima qualità delle conversazioni.

 
Gli utenti di Raiffeisen OnLine che impiegano i FRITZ!Box possono personalizzare tutti i servizi di cui fruiscono attraverso un’interfaccia intuitiva e multilingue (tedesco / italiano), gestendo la propria telefonia attraverso il centralino integrato nel dispositivo, accedendo da remoto ai propri documenti e contenuti multimediali attraverso una interfaccia cifrata in https. Con i telefoni DECT FRITZ!Fon MT-F gli utenti impiegano veri e propri terminali dati, attraverso cui è possibile effettuare telefonate in alta definizione, leggere ed inviare e-mail o ascoltare podcast e radio internet. Con FRITZ!Box gli utenti possono altresì implementare una rete (aziendale e/o domestica) wireless sicura a 360° con una chiave di cifratura pre-impostata di fabbrica, non identificabile con gli strumenti che hanno di recente consentito la violazione di hag impiegati da altri operatori. “Specie nel caso di connessioni wireless libere, come nelle HyperLAN, l’aspetto sicurezza è fondamentale per evitare un impiego improprio delle risorse di rete a scopo fraudolento” commenta Gianni Garita, Sales Manager di AVM, ed aggiunge “i dispositivi FRITZ!Box si adattano perfettamente a questo progetto grazie alla semplicità di integrazione con i servizi di connettività e telefonia offerti da Raiffeisen OnLine e siamo lietissimi di aver potuto contribuire con le nostre soluzioni al superamento del digital divide”.

“La partnership con AVM ed i dispositivi multifunzione FRITZ!Box Fon combinati ai telefoni FRITZ!Fon MT-F in particolare hanno giocato un ruolo decisivo nell’erogazione dei nostri servizi internet e voce in Alto Adige, anche in zone geograficamente svantaggiate”, conferma Peter Nagler, direttore di Raiffeisen OnLine.


Share