“Vitigno antico, passione moderna”: ecco come ci piace definire il Lambrusco, il vino italiano che più ha forgiato l’immaginario enologico italiano nel mondo, un prodotto capace di ben figurare anche in mezzo alle più celebri etichette, il cui apprezzamento è confermato sia dai buoni risultati di mercato che dal gradimento dei consumatori.
Se tutti conoscono il vino frizzante simbolo di Modena come prodotto giovane, semplice e leggero ma con una forte personalità e caratterizzazione territoriale, meno si sa del Grasparossa, il Lambrusco prodotto nell’area di Castelvetro, splendido borgo antico, tanto ricco e complesso quanto i tralci delle viti rossastre che percorrono le sue colline. Il Grasparossa è a tutti gli effetti un vino moderno, contraddistinto da moderata alcolicità e note fruttate spiccate, adatto ad essere abbinato non solo alla cucina emiliana ma anche a piatti della gastronomia italiana, caratterizzata da sapori forti e ben distinti.

L’evento “Grasparossa! Qualità senza riserve”, che si svolgerà domenica 20 e lunedì 21 ottobre dalle ore 10.00 alle 20.00 nello splendido Castello di Levizzano Rangone, è nato per volontà dei produttori vitivinicoli locali, associati al Consorzio Castelvetro V.I.T.A., con l’obiettivo di far conoscere agli appassionati, alla stampa e agli operatori del settore il Lambrusco Grasparossa di Castelvetro, le sue caratteristiche, le peculiarità della zona collinare d’origine e le sue innumerevoli possibilità di abbinamento a tavola. Il filo conduttore di ogni edizione è il gemellaggio delle piccole produzioni enologiche di qualità del territorio modenese con le tradizioni e i prodotti enogastronomici di una regione ospite, che cambia ogni anno.
La prima edizione del 2011 ha visto come coprotagonista il Veneto, che ha abbinato il Lambrusco Grasparossa al riso Vialone Nano veronese, uno dei prodotti simbolo della regione, interpretato durante uno show cooking dallo chef Gabriele Ferron, Ambasciatore del riso nel mondo.
Nel 2012 la regione partner è stata la stessa Emilia Romagna, che ha presentato a fianco del Lambrusco Grasparossa tutte le sue eccellenze, dai presidi Slow Food ai prodotti più tipici. Si sono esibiti in uno show cooking a otto mani 4 chef trai cui Luca Marchini del Ristorante L’Erba del Re e Massimiliano Telloli dell’Osteria Stallo del Pomodoro.

Quest’anno la regione coprotagonista dell’evento sarà la Lombardia. Al Grasparossa locale verrà affiancata una selezione di eccellenze eno-gastronomiche lombarde, affidate alle sapienti mani dello chef Claudio Sadler – patron dell’omonimo ristorante con 2 stelle Michelin e del bistrot “Chic’n Quick” di Milano – che domenica 20 Ottobre si esibirà in uno show cooking. Innovatore solido e intelligente, Sadler ama reinterpretare con uno stile contemporaneo le ricette della tradizione del nostro Paese, usando con intelligenza gli ingredienti del patrimonio culinario italiano.
Lo spettacolo gourmet prosegue quindi lunedì 21 Ottobre con lo Chef Vittorio Fusari della “Dispensa Pani e Vini” di Brescia: amante delle materie prime, dalla forte passione per la Franciacorta, presenta un approccio alla cucina moderno ma ben radicato alla tradizione, fruibile ed immediato, ma fortemente ancorato alla qualità assoluta.

Il programma prevede inoltre momenti di approfondimento sul Lambrusco Grasparossa con degustazioni guidate, seminari ed ospiti d’eccezione oltre al banco d’assaggio dove il pubblico potrà conoscere da vicino le storie delle aziende produttrici che si sono sempre distinte come rappresentanti del Lambrusco di qualità e del proprio territorio d’appartenenza. Insieme alle aziende vitivinicole ci saranno una selezione di artigiani del gusto, espressione più raffinata e preziosa della gastronomia modenese, e i prodotti tipici presentati dai Consorzi di Tutela del Prosciutto di Modena, dell’Aceto Balsamico Tradizionale di Modena e del Parmigiano Reggiano.
Per concludere in bellezza la giornata, è previsto un Happy Hour al Grasparossa con originali cocktail a base di Grasparossa, briosamente frizzanti e intensi, creati ad hoc dall’Enoteca Regionale Emilia Romagna.

Per maggiori informazioni:
Consorzio CASTELVETRO V.I.T.A.
Tel: 059 758880
Mail: info@castelvetrovita.it
Web: http://www.castelvetrovita.it
Facebook Fan Page: https://www.facebook.com/consorziocastelvetro
Twitter: https://twitter.com/castelvetro_mo


Share