Il presidente dell’Aja Massimiliano Schiavon precisa che per l’ospitalità al Sydney e ad Alessandro Del Piero è stato chiesto un contributo volontario di 2 euro a posto letto e non a camera come erroneamente riportato a più riprese, un contributo che è stato del tutto volontario e che non comporta alcuna discriminazione nei confronti di quei colleghi che hanno in piena libertà deciso di non partecipare alla raccolta. È sbagliato soltanto immaginare che esista una qualche forma di biasimo da parte di chicchessia. Per questa iniziativa l’AJA è la realtà associativa che ha maggiormente contribuito. L’operazione Del Piero è stata una vittoria della città intera, anche di coloro che per qualsiasi ragione abbiano deciso di non versare nulla. Per quanto concerne Miss Italia, il presidente Schiavon dichiara: “Tutto quello che so lo apprendo dalla stampa. Quando il Sindaco vorrà chiamarci per spiegarci ed eventualmente per avere il punto di vista dell’associazione maggiormente rappresentativa della città andremo ad ascoltare. Al momento non ne sappiamo nulla.”


Share