Il progetto del Queen Alia International Airport, a firma del prestigioso studio londinese Foster+Partners, prende spunto dalla tradizionale architettura araba, con spazi esterni e giardini all’aperto.
Nei cortili, specchi d’acqua rifletteranno la luce diurna all’interno dell’edificio.
In un progetto di queste proporzioni, innumerevoli sono le questioni tecniche da risolvere per poter offrire al pubblico un manufatto in grado di assolvere al meglio la sua funzione.


A questo va aggiunta la particolare cura che lo studio londinese riserva al rispetto del dettaglio nella progettazione e realizzazione dei propri lavori.
A Flag Soprema Group è stato chiesto di trovare una soluzione che permettesse una semplice ed efficace adesione dei pannelli in PU al supporto costituito da moduli prefabbricati in cemento oltre ad un sistema impermeabilizzante con una significativa riduzione del numero delle operazioni di posa.

La soluzione adottata, è stata quella di utilizzare un prodotto speciale della gamma Soprema: Sopravap 3 en 1 che, attraverso una sola applicazione dà un triplice risultato in quanto agisce come primer sulla superficie di supporto in cemento, svolge la funzione di barriera al vapore e consente un incollaggio sicuro ed efficace dei pannelli in PU utilizzati come coibente. L’ impermeabilizzazione del pacchetto (con una superficie totale di circa 70.000 m2) è garantita dall’applicazione di un manto in PVC da 1,8 mm rinforzato in velo vetro (Flagon SV) posato in totale aderenza sull’elemento termoisolante tramite un apposito adesivo a contatto (Flagcol P1 M) applicato a spruzzo.

Flag Soprema Group: partner d’eccellenza dei più importanti cantieri nel mondo


Share