Logo Sbullit Action Tacc

Sbullit Action” si rivolge a quel target di giovani che solitamente viene definito “a rischio”, adolescenti tra gli 8 e i 16 anni, che rischiano di cadere nella trappola del bullismo e del cyber bullismo, delle droghe o dell’alcolismo.

Tanti i tentativi fatti fino ad ora da enti ed istituzioni, ma mai si era pensato ad un gioco per smartphone, “Caccia all’invisibile”, capace di coinvolgere bambini, adolescenti ed adulti, come strumento educativo progettato per le scuole.

Il gioco ha come obiettivo primario quello di prevenire gli atti di bullismo, di disagio e di emarginazione sociale specialmente in quel periodo di crescita che è l’adolesSenza titolocenza, facendo informazione, partendo dal basso, sui rischi associati al bullismo, all’uso di droghe o di alcolici, in collaborazione con il progetto WeFree di SanPatrignano, facendo partecipare sia i singoli adolescenti ma soprattutto gli istituti scolastici per creare gruppo sull’argomento. In caso di partecipazione degli istituti saranno decretati per ogni istituto, che partecipa, una classe vincitrice.

Ma come sarà realizzata la app? Innanzitutto è un gioco a punti dove non ci sarà un sovraccarico di lavoro per i giudici degli istituti e che permetterà di vincere dei premi. Ogni classe verrà considerata come singolo partecipante, avrà un suo account. Nel gioco via app verranno poste delle domande e ci saranno delle liste di marcatori da individuare attraverso l’app e che daranno di volta in volta dei punti.

Sarà quindi un gioco interattivo che darà l’opportunità di comunicare con i giovani ma soprattutto tra i giovani. Al suo interno sarà inserito anche un tasto SOS per dare l’opportunità di segnalare atti di bullismo in corso in tempo reale in modo anonimo ma diretto.

Le domande che saranno inserite all’interno dell’app saranno semplici quesiti per proseguire il gioco della realtà aumentata che permetterà di accumulare punti, ma saranno anche relative al problema bullismo Senza titolo1e dipendenze (per sensibilizzare gli adolescenti sul problema).

Se le risposte date saranno corrette si riceveranno dei punti altrimenti sarà evidenziata quale era quella corretta (soprttutto sull’argomento bullismo).

Il progetto “Sbullit Action” può essere sostenuto tramite delle donazioni ottenendo la qualifica di “Sostenitore del progetto”. In accordo con la Fondazione sarà inoltre possibile apparire con il proprio marchio sul materiale promozionale. Le donazioni come sempre sono deducibili fiscalmente, si può donare anche cliccando sull’apposito tasto sui nostri siti.

Attualmente “Sbullit Action” ha ottenuto il patrocinio del Club 107 Frecce Tricolori Fano, Ombudsman delle marche (Autorità per la garanzia dei diritti degli adulti e dei bambini), del Comitato Italiano Paralimpico, di Special Olympics Italia, della Regione Marche, della Provincia di Pesaro e Urbino e del Comune di Fano.

Hanno aderito al progetto enti e istituzioni a livello nazionale ed internazionale.

E’ stato inoltre realizzato un gingol visibile nel link:

https://www.youtube.com/watch?v=c3kYwg7mxQQ.

 

 

Per ulteriori informazioni:

www.fondazionevento.it

Digital PR a cura di Blu Wom Milano
www.bluwom-milano.com
p.fabretti@bluwom-milano.com


Share