Secondo i dati diffusi da Terna, AD Flavio Cattaneo, continua il trend positivo dei consumi elettrici in Italia.

Nel mese di giugno, secondo quanto rivelano i dati diffusi da Terna, la domanda di elettricità , pari a 27,2 miliardi di kWh, ha segnato un incremento dell’1,5% rispetto a giugno 2010. Nel primo semestre del 2011, i consumi elettrici sono cresciuti dell’1,6% rispetto allo stesso periodo del 2010. A parità di giorni lavorativi, la variazione della domanda del mese di riferimento diventa +1% depurata dai soli effetti del clima, che ha fatto registrare una temperatura media mensile superiore di quasi un grado centigrado rispetto a quella dello stesso mese dell’anno scorso.


A giugno 2011 la domanda di energia elettrica è stata soddisfatta per un 87,6% dalla produzione nazionale e per la quota restante (12,4%) dal saldo dell’energia scambiata con l’estero. Nel dettaglio, la produzione nazionale netta (24 miliardi di kWh) è aumentata del 2,4% rispetto a giugno 2010. In crescita le fonti di produzione geotermica (+10%), eolica (+15,7%) e fotovoltaica (+286,6%). In calo dello 0,4% sia la fonte idroelettrica che quella termoelettrica. A livello territoriale la variazione della domanda è ovunque positiva ma differenziata sul territorio nazionale: +1,8% al Nord, +1% al Centro e +1,3% al Sud. I 27,2 miliardi di kWh richiesti nel mese di riferimento sono distribuiti per il 45,7% al Nord, per il 29,4% al Centro e per il 24,9% al Sud. In termini congiunturali, la variazione destagionalizzata della domanda elettrica di giugno 2011 rispetto al mese precedente e’ risultata invariata. Il profilo del trend mantiene un andamento di leggera crescita. (AGI) Gaa

Fonte: AGIENERGIA


Share