Presso l’Ambasciata Bulgara in Roma, in occasione della seconda edizione del Free Time Award People of the Year, era presente un collega il quale mi ha riferito della presenza di Lino Del Vecchio che già negli anni 80 ebbi modo di incontrare a Milano.

La fondazione nella città di Bergamo di una accademia per il marketing oriented, l’organizzazione di eventi per il fashion ed il Luxury, una esperienza parallela nell’ambito delle produzioni televisive contestuale a consulenza per le attività di internazionalizzazione ed Export, la partnership ufficiale con la Camera di Commercio Italiana negli EAU, la coproduzione con una società statunitense nell’ambito del New York Fashion Week, la presenza in Giappone ed in Cina per l’export ed in Francia per le settimane della moda sono una piccolissima parte del lavoro svolto, come Studio Del Vecchio, dai primi anni 80 ad oggi.
Questa premessa è necessaria per spiegare la eccezionalità di una piccola grande storia di lavoro e passione firmata Patrizia Fiandrini.
Milioni di dollari rappresentano il budget ordinario destinato al lancio di un nuovo brand.
Nel giro di pochissimi mesi Patrizia Fiandrini (già façon da circa 30 anni, con la sorella Paola, di alcune delle maggiori firme internazionali) ha conquistato il primo gradino della notorietà proponendo uno stile sicuramente contro tendenza è ricco di contenuti e valore assoluto.
La strategia messa in atto dallo Studio Del Vecchio ha determinato riscontro e plauso adottando una formula all’insegna della discrezione e del responsabile agire.
Questa esperienza risponde ad un quesito che molti si pongono e che riguarda il profilo  che necessariamente un professionista del fashion deve possedere.
La risposta è proprio nella differenza delle risorse economiche messe in campo e nella capacità di essere performanti partendo dal prodotto e non dal budget.
Una designer quasi scollata dalle intemperanze ed esasperazioni degli ultimi decenni che ostenta sicurezza e tenacia proponendo uno stile sostanzialmente classico rivolgendosi ad un interlocutore garbato e fuori tendenza.
Una creativa contro corrente che ha trovato in Del Vecchio la somma di esperienze e di capacità programmatiche senza le quali solo un grande budget avrebbe, forse, potuto  compensare.

<a href=’http://servedby.publy.net/ck.php?n=ac3acc03&cb=649672256′ target=’_blank’><img src=’http://servedby.publy.net/avw.php?zoneid=3029&cb=649672256&n=ac3acc03′ border=’0′ alt=” /></a>


Share