Ecco i consigli di Aeroporti di Roma, guidata da Fabrizio Palenzona, per i propri passeggeri. Limiti e condizioni per i bagagli a mano e da stiva, cosa è consentito portare a bordo, quanto tempo prima della partenza è opportuno recarsi in aeroporto, da quale Terminal parte la compagnia con cui si viaggia.

IL BAGAGLIO A MANO E DA STIVA: LIMITI E CONDIZIONI
Le operazioni di accettazione al volo, il cosiddetto check-in, sono curate dagli handler o direttamente dalle compagnie aeree che: controllano i biglietto; controllano l’identità del passeggero; emettono le carte d’imbarco; ritirano il bagaglio da caricare in stiva. Il timore che prova qualunque viaggiatore è che il proprio bagaglio non raggiunga la destinazione, soprattutto in periodi “caldi” per l’aeroporto, come i mesi estivi, quando, come accaduto a luglio, i viaggiatori in partenza sono stati oltre 130.000.


Per evitare ciò è importante:

  • rendere identificabile il proprio bagaglio, all’interno e all’esterno, con i dati personali (nome, cognome, indirizzo temporaneo e permanente, numero di telefono) e caratterizzarlo con etichette o adesivi, per consentirne l’immediato riconoscimento
  • rimuovere eventuali etichette di viaggi precedenti

Per le misure e il peso consentiti, il suggerimento è di rivolgersi al vettore con cui si è scelto di viaggiare, per conoscere i dettagli e le tariffe sull’eventuale eccedenza, diverse a seconda della compagnia.

Oltre al solo bagaglio a mano è consentito portare a bordo:

  • borsetta, borsa portadocumenti
  • macchina fotografica, videocamera, lettore CD, personal computer (separatamente per ispezione)
  • soprabito o impermeabile
  • ombrello richiudibile
  • stampelle o altro mezzo per deambulare
  • culla per neonati
  • articoli da lettura
  • articoli acquistati nei “duty free shop”, sigillati in busta trasparente con lo scontrino visibile dall’esterno
  • non sono ammessi, indosso e nel bagaglio a mano, oggetti che possano costituire armi improprie (ad es. forbici, coltelli, limette e ombrelli a punta metallica), indipendentemente dalle misure

Consigliamo di rivolgervi alla compagnia per avere conferma circa gli oggetti consentiti a bordo.

Per i bagagli che eccedono le dimensioni ordinarie, è possibile , sia in partenza, sia in arrivo, disporre di infrastrutture dedicate, identificate con chiarezza dai relativi pittogrammi.

A tal proposito si ricorda che la IATA, l’organizzazione che riunisce 230 compagnie aeree (93% del traffico aereo mondiale di linea) provenienti da oltre 100 nazioni del mondo, ha premiato a giugno Aeroporti di Roma e Alitalia per il miglioramento registrato nel primo semestre 2011 nella riduzione del numero di bagagli disguidati in partenza (diminuiti di oltre il 44% rispetto allo stesso periodo dello scorso anno).

QUANTO TEMPO PRIMA RECARSI IN AEROPORTO
Il primo pensiero di chi intraprende un viaggio è spesso legato ai tempi da rispettare.
Generalmente è sufficiente raggiungere l’aeroporto un’ora e mezza prima della partenza, per i voli nazionali e due ore e mezza prima per quelli internazionali, tuttavia, è preferibile seguire le indicazioni suggerite della compagnia aerea con la quale si viaggia, in tempo utile compatibile con le operazioni di check-in, così come stabilito dai vettori.

DA QUALE TERMINAL PARTE LA COMPAGNIA CON CUI SI È SCELTO DI VOLARE
Il Leonardo da Vinci ospita numerose compagnie aeree e dispone di quattro Terminal (T1, T2, T3 e T5) riservati ai voli nazionali, internazionali ed intercontinentali.

Ciascuna compagnia aerea ha il proprio Terminal di riferimento:

  • TERMINAL 1: voli nazionali e voli Schengen di Alitalia – Air One, KLM ed Air France (alleanza Sky–Team) – e delle compagnie Luxair ed Air Italy
  • TERMINAL 2: EasyJet – BlueAir – WizzAir
  • TERMINAL 3: voli nazionali, Schengen ed extra Schengen (operati dai vettori non precedentemente e successivamente citati)
  • TERMINAL 5: voli diretti negli Stati Uniti e Israele operati dai vettori statunitensi e israeliani: Delta; U.S. Air; United Airlines; Continental Airline; El AL; American Airlines; Israir

FONTE: Sala stampa Aeroporti di Roma


Share