Il Prof. Vittorio Sgarbi è stato ospite speciale dell’inaugurazione della mostra collettiva “Riflessioni Contemporanee” tenutasi Sabato 17 Gennaio 2015 presso il Museo Gipsoteca Canova di Possagno e il Municipio di Asolo. Quest’ultimo prestigioso luogo ospiterà fino al 10 Febbraio anche le opere di Alessandro Testa, apprezzato artista nato a Trevi (PG), in Umbria.

 

Il percorso artistico di Testa nasce nel 2005, come autodidatta. La comunicazione è posta al centro della sua esperienza pittorica, che evoca a livello stilistico l’arte informale, pur senza mai riferirsi esplicitamente a un artista particolare. “Non so dipingere, ciò che cerco è solo creare per lanciare un messaggio” dichiara il pittore e continua Essendo un autodidatta non ho tecniche particolari, seguo l’istinto. Uso colori acrilici e smalti, senza l’uso dei pennelli. Pittoricamente parlando, mi sento severamente sotto esame davanti a ogni tela, sfido sempre me stesso e non mi accontento quasi mai. Solo dai battiti del cuore capisco se la mia opera è riuscita, per la straordinaria emozione, che mi infonde. Vorrei essere ricordato come un pittore, forse anomalo, ma liberissimo, che non ha mai accettato costrizioni e condizionamenti”.

 

Sgarbi, parlando della sua arte, ha dichiarato: Al gusto di Tancredi si ispira Alessandro Testa. Nei quadri gesti incisivi e nervosi graffiano la superficie limacciosa innaffiata da macchie zafferano e nere”.


Share