www.sanvitolocapoescursioni.it

Escursioni in barca San vito lo Capo

Lo Zingaro incanta per la sua aspra bellezza, per i colori intensi in ogni stagione, per le bianche calette incastonate in un mare turchese che rappresenta lo sfondo costante del paesaggio e il complemento indispensabile degli aspetti naturalistici. La riserva è un’alternanza di alte pareti di roccia che sprofondano nel blu e di insenature dove il mare costituisce elemento unico. Lo Zingaro è un posto unico per il suo mare di un blu intenso, le sue calette silenziose e protette da rocce a picco , per i suoi fondali limpidi e ricchi di pesce e grotte sottomarine. Le calette tutte ciottolose viste dal mare hanno l’aspetto di nicchie più chiare incavate sul fianco delle muraglie dolomitiche. Il paesaggio subacqueo è un continuo susseguirsi di colori e forme. Si comincia dalla sponda dove l’impatto del mare si fa tumultuoso e si adorna di un’alga rossa intricatissima e sfrangiata. Solo nella riserva dello Zingaro possiamo trovare angoli memorabili che fondono il verde e l’azzurro, con le rocce bianche che al tramonto diventano d’un rosso intenso.

Come prima tappa visiteremo la vecchia “Tonnara del Secco” e vi spiegheremo come avveniva la tradizionale pesca del tonno rosso. Continueremo visitando uno scorcio di mare stupendo “Il laghetto di Venere“: luogo mitologico caratterizzato da una leggenda legata alla Dea Venere. Passeremo da Calampiso, dove ammireremo il villaggio sul mare caratterizzato dalle sue piccole casette di color bianco e da una caletta di ciottoli bianchi.

Giungeremo alla Torre dell’Uzzo ed entreremo nella Riserva naturale dello Zingaro. Parleremo della nascita storica della riserva, della flora e fauna, dei piccoli musei siti in prossimità delle calette.

Effettueremo una sosta bagno alla seconda caletta dello Zingaro ( Cala dell’Uzzo) dove due grandi grotte terrestri fanno da sfondo al mare turchese pieno di pesci da poter ammirare durante il bagno.

Attraverseremo tutta la riserva soffermandoci qualche minuto su ogni caletta e giungeremo a Scopello dove è possibile ammirare i magnifici Faraglioni e la Tonnara.

Faremo un’altra sosta bagno accanto ai faraglioni e rientreremo al porto di San Vito lo Capo.

Vicino la Riserva dello Zingaro troviamo la  Baia di Santa Margherita si trova un tratto di costa molto affascinate per la bellezza delle sue acque e per paesaggio tipicamente mediterraneo. Siamo alle porte della Riserva di Monte Cofano. Sicuramente una tappa imperdibile per chi vuole andare alla scoperta del nostro territorio cercando angoli lontani dalla folla. All’interno della Baia troviamo un’alternanza di piccole calette di ciottoli bianchi che fanno da contorno ad una bellissima spiaggia. La Baia di Santa Margherita è circondata da un panorama unico, dove si possono ammirare fantastici tramonti. Trasparenze mozzafiato e una natura incontaminata rendono questo angolo di costa un piccolo paradiso terrestre.


Share