Energie rinnovabili: prosegue l’espansione nel Regno Unito di Eco2zone. La società guidata da Alessandro Belloni ha definito una partnership per la realizzazione nel Derbyshire un impianto a biomassa, dimensionato con l’obiettivo di produrre 60kw di energia elettrica.

Alessandro Belloni

UK: l’espansione di Eco2zone, società di Alessandro Belloni

Eco2zone è da sempre attenta allo sviluppo delle proprie tecnologie anche in ottica internazionale per raggiungere un target più ampio di clienti e fruitori. In accordo con questo modus operandi, la società guidata da Alessandro Belloni è alla fase definitiva di un progetto legato alla realizzazione di un nuovo impianto a biomassa che sarà installato nel Regno Unito, più precisamente nel Derbyshire, e sarà in grado di produrre energia elettrica pari a 60kw. Un traguardo molto importante che testimonia l’attenzione per un settore come quello delle energie rinnovabili che si dimostra in continua crescita. Supporto amministrativo e finanziario sarà fornito alla start-up da FSI S.r.l., società capogruppo, che siglerà un contratto che potrà prevedere il coinvolgimento pluriennale ,per un periodo di tempo stabilito, di Eco2zone nella conduzione dell’impianto.

Il profilo aziendale di FSI S.r.l., società guidata da Alessandro Belloni

Sin dalla sua fondazione, FSI S.r.l. opera seguendo le prerogative dell’innovazione tecnologica, del supporto aziendale e della sostenibilità energetica. Sotto la guida dell’ingegnere Alessandro Belloni si è specializzata nel settore del facility management, offrendo importanti soluzioni anche nel general contracting. Tra le attività principali svolte dalla società si segnalano la manutenzione degli impianti sia civili che industriali, i piani per il contenimento dei costi derivati dallo spreco energetico e la razionalizzazione dei consumi. FSI S.r.l. offre alle aziende tutte le risoluzioni a quei problemi legati all’aspetto non produttivo, consentendo loro di concentrarsi sulle attività strettamente connesse al settore all’interno del quale operano.


Share