Il Consiglio di Amministrazione di Enel SpA, presieduto da Piero Gnudi, ha approvato nella tarda serata di ieri i risultati dell’esercizio 2010.
Ricavi a 73.377 milioni di euro (64.362 milioni nel 2009,+14,0%).
Ebitda a 17.480 milioni di euro (16.371 milioni nel 2009,+ 6,8%).
Ebit a 11.258 milioni di euro (11.032 milioni nel 2009,+ 2,0%).
Risultato netto del Gruppo a 4.390 milioni di euro (5.586 milioni nel 2009,- 21,4%).


Utile netto ordinario del Gruppo a 4.405 milioni di euro (4.197 milioni di euro nel 2009, +5,0%).
Indebitamento finanziario netto a 44.924 milioni di euro (50.870 milioni al 31 dicembre 2009, -11,7%); 43.656 milioni di euro al netto degli effetti delle differenze cambio associate all’indebitamento in valuta a medio-lungo termine.
Dividendo complessivo proposto per l’intero esercizio 2010 pari a 0,28 euro per azione (di cui 0,10 euro per azione corrisposti quale acconto a novembre 2010).
Fulvio Conti, Amministratore Delegato e Direttore Generale di Enel, ha così commentato: “Sono molto soddisfatto dei risultati conseguiti dal Gruppo nel 2010 che, ancora una volta, sono stati migliori di quelli attesi dal mercato. Il posizionamento strategico del Gruppo e la solidità patrimoniale ci consentono di guardare con fiducia al futuro e di continuare a perseguire con impegno e determinazione la realizzazione di un piano industriale che garantirà anche per i prossimi cinque anni risultati crescenti e rendimenti più che soddisfacenti per i nostri azionisti.”


Share