ecommerce farmacia plinio

Anche nel mondo farmaceutico l’ecommerce si è fatto strada pulita ed ha rivoluzionato l’andamento delle farmacie tradizionali, che per anni sono state l’unica “sede” in cui si potevano acquistare i parafarmaci. L’ecommerce farmacia, infatti, permette infatti ai clienti di poter acquistare on-line i parafarmaci di cui hanno bisogno direttamente da internet.

Apparentemente sono centinaia le farmacie già presenti, nella sostanza però sono molto poche le realtà realmente in grado di ottenere risultati soddisfacenti. Questo a causa di banche dati non studiate per questo scopo, siti Internet spesso improvvisati o realizzati in proprio, marketing inesistente, assenza di campagne pubblicitarie di lancio, progetti grafici non adeguati ad un prodotto professionale. Basti pensare che a fronte di un fatturato di 19 miliardi realizzato in Italia, solo lo 0,2% è rappresentato dal settore salute e bellezza. Siamo di fronte ad un vero e proprio territorio di conquista che oggi permette a qualunque farmacia di realizzare risultati molto interessanti, a condizione che si utilizzino correttamente le leve del marketing e si facciano gli investimenti corretti.

Il grande salto dal tradizionale bacino d’utenza della farmacia (3-4000 persone) ai dieci milioni di utenti che acquistano in Internet in Italia (1 italiano si 6) porta con sé economie di scala che consentono di ottenere grandi risultati anche da vendite molto scontate. Occorre anche considerare che i grandi sconti sono presenti solo su pochi prodotti selezionati e per periodi limitati. Inoltre, un sito ecommerce porta anche grandi vantaggi alla normale attività della farmacia: si tratteranno nuove marche che porteranno all’aumento delle vendite e diminuiranno drasticamente i prezzi d’acquisto, con un conseguente aumento delle marginalità sulle vendite consolidate in farmacia. Tenendo conto dello scontrino medio del settore Salute e benessere, che in Italia attualmente è pari a circa 100 euro; e del fatto che si vende realmente per 365 giorni l’anno, con un fatturato pari a 500.000 euro all’anno, bastano in media meno di 14 pacchi al giorno (che richiedono per la preparazione molto meno del tempo necessario a servire 14 clienti in farmacia). Bisogna poi dedicare del tempo alla preparazione delle offerte e all’invio delle newsletter (normalmente quindicinali) e alle risposte ad eventuali quesiti dei clienti via e-mail.

Nel sito ecommerce della farmacia i prezzi sono normalmente scontati, mentre in farmacia si continua a vendere con le solite politiche commerciali. Perché questo sia possibile, è necessario creare una netta separazione tra i due canali attraverso la creazione di un nuovo marchio commerciale, anche se il nome della farmacia apparirà comunque tra i dati sociali. l’acquisto online è tradizionalmente più vantaggioso rispetto all’acquisto nei punti vendita. Ciò è peraltro giustificato dal fatto che il cliente sceglie, acquista e paga il prodotto senza alcuna assistenza.

Inoltre con il via libera, dal 1° luglio alla vendita dei farmaci da banco si aprono nuove opportunità per le farmacie e sarà molto utile per aumentarne enormemente le vendite.

Se avete una farmacia e volete fare un investimento, entrando nel mondo dell’ecommerce potete rivolgervi a Plinio Srl, una società specializzata nella creazione di ecommerce per farmacie, con all’attivo diversi portali per farmacie.

Hanno un’offerta a 360° che comprende piattaforma ecommerce, integrazioni con i corrieri, integrazione con i comparatori di prezzo, software in grado di gestire messaggi email marketing e newsletter personalizzate in modo semplice ed intuitivo, formazione sulla pubblicità su Google Adwords e sui principali social network e tanto altro ancora.

 


Share