La donazione in memoria è la migliore formula per ricordare e omaggiare il proprio caro defunto. Un atto concreto di solidarietà che va a sostituire l’elargizione di fiori per la persona venuta a mancare, a favore di una vera e propria opera di bene.

La donazione in memoria ha infatti un duplice valore. Da un lato la quota devoluta andrà a favore di progetti solidali promossi da un associazione onlus, dall’altro andrà a legare per sempre il nome del proprio caro scomparso a tale opera di bene. Sono tanti i progetti di solidarietà nel mondo e molti di questi sono resi possibili proprio da tali forme di donazione, capaci di regalare sorrisi e speranze a soggetti più sfortunati di noi.

Tra i progetti che una donazione in memoria può sostenere citiamo sicuramente quelli relativi a sanità e istruzione nelle parti più povere ed emarginate nel mondo. Grazie a un’adeguata raccolta di quote tra familiari, amici, conoscenti del defunto, infatti, è possibile offrire a molti bambini vaccini e cure contro l’HIV, nonché garantirli l’accesso ad adeguate strutture scolastiche con cui fondare la conoscenza per uno sviluppo futuro. Ma una donazione in memoria può tramutarsi anche in aiuti alimentari, lotta contro le disparità sociali, realizzazione di infrastrutture e opere pubbliche e tanto altro ancora.  Può inoltre riguardare non soltanto le comunità povere nel Sud del mondo, ma anche minoranze invisibili presenti nella nostra società, come disabili, senzatetto, sordociechi, orfani e neonati abbandonati, che richiedono tutela e un programma di reinserimento nella società

Donazione in Memoria e altre formule di donazione

Con una donazione in memoria del defunto, dunque, si può fare veramente molto. E la modalità di donazione è veramente molto semplice. Si effettua una raccolta monetaria tra familiari, amici e altri conoscenti della persona venuta a mancare e si destina questa quota all’associazione che si intende sostenere. Per legare indissolubilmente  il caro scomparso a quest’atto solidale, si indica il suo nome in modo tale da mantener vivo il suo ricordo nel sorriso delle persone aiutate con tale donazione. Tale pratica, poi, si può ripetere anche durante anniversari o altre date care al defunto.

Altri metodi per elargire beneficenza tramite associazione onlus sono:

  • i lasciti testamentari, per cui è possibile destinare una parte della propria eredità, anche esigua, a progetti ed enti benefici;
  • preghiere o messe di suffragio per defunti, per cui padri missionari preposti indiranno una preghiera per il caro venuto a mancare;
  • l’eredità in vita;
  • le bomboniere solidali, pensieri raffinati e originali per ringraziare gli ospiti di Matrimoni e Battesimi, la cui quota destinata all’acquisto andrà devoluta in beneficenza;
  • il 5×1000;
  • le detrazioni fiscali.

Share