…ovvero perchè “chi ben comincia è a metà dell’opera”.

Come spiega il dottor Giacconi nel video che oggi vi proponiamo, le esperienze più gravi che accadono durante il parto hanno un impatto diretto sul bambino in ambito respiratorio e psicologico.

La sofferenza fetale o un parto podalico, ad esempio, possono segnare profondamente l’idea che la persona si farà di se stessa o degli altri. Inoltre, i pattern respiratori errati usati dalla madre durante il travaglio avranno sicure ripercussioni sul feto.
In risposta a questi disturbi, il bambino, una volta nato, viene accolto da un’incubatrice, la quale contribuisce a dare un senso di abbandono al bambino.

Tra le altre cose, all’ISP si lavora molto proprio per combattere queste antiche credenze e memorie inconsce tramite la respirazione circolare.

Per ulteriori informazioni ti invitiamo a guardare il video sottostante e continuare a seguirci. Se hai domande o curiosità, ti preghiamo di scriverle fra i commenti. Potrà venire selezionata per una delle prossime video-interviste!

A presto!


Share