Direttive comunitarie su appalti e concessioni e nuovo Codice dei contratti: norme di recepimento e disposizioni già vincolanti

  • Trieste, 12 novembre
  • Cagliari, 20 ottobre
  • Roma, 22 ottobre
  •  Pescara, 27 ottobre
  •  Milano, 3 novembre
  •  Trieste, 12 novembre
  •  Torino, 19 novembre
  •  Catania, 10 dicembre
  •  Bologna, 15 dicembre
  •  Bari, 17 dicembre
  • Come è noto il recepimento delle nuove Direttive comunitarie in materia di appalti e concessioni è visto dal sistema anche quale occasione irripetibile per rivederefunditus l’intera disciplina dei contratti pubblici, al fine di combattere in modo significativo il problema della corruzione e del l’illegalità diffusa che condiziona l’economia del Paese ostacolandone la ripresa produttiva.
  • L’obiettivo è quello di ottenere un sistema normativo molto più vicino al testo europeo di quanto non sia accaduto in passato (divieto di gold plating) con alcune opzioni aggiuntive legate alla specificità italiana (ad es. il tema concessioni); in questo senso la legge di delega si prospetta assai articolata con indicazioni in grado di condizionare da subito l’applicazione della disciplina vigente.
  • Per ricevere le informazioni dettagliate clicchi qui, o invii una mail a comerciale@mediaconsult.it


Share