Le ricerche degli istituti Crespi Ricerche, Ipsos, Digis ed Emg mostrano che gli italiani hanno dato fiducia a quegli schieramenti che hanno seguito il nuovo Governo tecnico fin dal primo momento

intenzioni di voto Luigi CrespiDai dati degli ultimi sondaggi realizzati da Crespi Ricerche, istituto diretto da Luigi Crespi, Ipsos diretto da Nando Pagnoncelli, Digis diretto da Nicola Cesare ed Emg, diretto da Fabrizio Masia, si evince come nelle intenzioni di voto siano stati premiati quei partiti che hanno da subito appoggiato il nuovo governo Monti.

Dai dati sulle intenzioni di voto si evince che nonostante la formazione del consenso non sia un processo immediato, c’è stato comunque qualche movimento. Il primo e piu’ evidente riguarda il Pd e il Terzo Polo, con il primo che mostra un trend di crescita con dati che oscillano tra i diversi istituti attorno al 28%. Il dato piu’ alto e’ qullo di Masia che da’ il partito al 29,4% mentre quello di Luigi Crespi che, pur in crescita di 1,6 punti percentuali, lo da’ al 27,6%.

Nel Terzo Polo sono omogenei i risultati attribuiti dai diversi istituti all’Udc e a Fli: per Emg, il partito di Casini e’ al 7,3%, per Ipsos e Digis al 7% mentre Crespi Ricerche rileva un 7,7%; per Futuro e Liberta’, i dati sono egualmente uniformi tra i diversi istituti con un’oscillazione che va dal 4,9 attribuito dalle rilevazioni di Nicola Cesare, e il 4,1% di Luigi Crespi.


Share