PRENDIAMOCI CURA DEI NOSTRI ANIMALI!

Da un po’ di tempo a questa parte, quando l’uomo medio si è modernizzato, ha iniziato a fare amicizia con tutti quegli animali da cui è circondato rendendosi conto di quanto preziosa fosse la loro compagnia e affezionandosi progressivamente ha infine deciso di ospitare alcuni di essi (i meno selvatici e pericolosi) nella propria abitazione, rendendoli parte integrante della famiglia e dichiarandoli a tutti gli effetti animali domestici. Non è stato difficile, per entrambi, riscontrarne gli immediati benefici: l’uomo si prende cura dell’animale con le coccole, la pulizia, un posto e un pasto caldi; viceversa l’uomo riceve amore, rispetto e fedeltà (nella maggioranza dei casi) e riconosce valori che fino ad allora non sentiva propri.

Sentirsi utili e allo stesso tempo amati non è così difficile avendo riguardo per gli animali domestici; non deve essere visto solo come un atto di generosità a senso unico perché tutto quello che si fa ritorna sempre indietro addirittura quadruplicato! Non è un mistero poi dare loro il merito dovuto per quanto riguarda la salute, essendo in grado di ridurre lo stress, influiscono sul nostro livello di empatia evitando di farci sentire soli e poco apprezzati, un toccasana per l’autostima.
In particolare, prendendo in considerazione il cane (primo fra tutti gli animali domestici), si può comodamente optare per una serata al parco correndo o rincorrendosi, il che è sicuramente salutare.
Tutto questo per dire che forse prendersi cura di una bestiolina pelosa, squamosa o pennuta può essere dispendioso da un lato ma solo se non si calcola tutto quello che si verrebbe a perdere (ipoteticamente) per cure mediche.

Ovviamente fondamentalmente di base dev’esserci un profondo amore per questi esseri indifesi, animali domestici e non, che non vedono in noi un nemico a meno che non gliene diamo una motivazione adeguata. Amare un animale lo si impara fin dalla tenera età, infatti anche un bambino di due anni può entrare in contatto con questa nuova forma di relazione. Da non trascurare, in questo caso in particolare, l’igiene di casa, animale e bambino per non essere ostacolati da spiacevoli inconvenienti. E’ bene portare costantemente i propri animali domestici da un medico veterinario che faccia visite periodiche per assicurare il benessere, dell’animale in primis, e di conseguenza anche quella del piccolo.

Generalmente è consigliata comunque una solida base economica per far fronte con serenità alle eventuali emergenze così da non dover poi ricorrere all’abbandono degli animali domestici, completamente ingiusto e sbagliato sotto diversi punti di vista e non tollerabile dalla legge. In base a questo orientare la propria scelta, per esempio verso un roditore piuttosto che un felino o un canide. E’ preferibile adottare un animale invece che comprarlo poichè è eticamente più corretto e sicuramente un atto di maggiore bontà e sensibilità per i randagi o nei confronti di tutti coloro che si trovano in serie difficoltà, prenderli in casa vuol dire salvarli da un destino comune a tutti quelli che vivono in strada.


Share