Anche per l’anno 2015 l’INPS, ai sensi dell’art. 29 del D.Lgs. 244/1995 – convertito, con modificazioni, con legge 8 agosto 1995 n. 341- e s. m. i., ha programmato per il settore dell’edilizia la possibilità di una riduzione sui contributi dovuti attraverso uno sgravio fiscale.

 

La normativa sancisce che, entro il 31 luglio di ogni anno, il Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali confermi o ridetermini l’aliquota prevista per lo sgravio fiscale attraverso un decreto emanato unitamente con il Ministero dell’economia e delle Finanze e, trascorsi 30 giorni dal 31 luglio e fino all’adozione del decreto, che venga applicata la riduzione prevista per l’anno precedente.

 

Con il messaggio n. 5336 del 17/08/2015 l’INPS ricorda che, essendo trascorsi i termini previsti e non essendo intervenuto il decreto sopra citato, a partire dal 1° settembre 2015  tutte le aziende che possiedono i requisiti stabiliti dall’art. 1 della circolare INPS n. 75 del 10 Aprile 2015  possono presentare domanda per accedere allo sgravio fiscale per la misura prevista per il 2014, pari al 11.50%.

 

In particolare, la circolare afferma che ”hanno diritto all’agevolazione contributiva i datori di lavori classificati nel settore industria con i codici statistici contributivi 11301, 11302, 11303, 11304 e 11305 e nel settore dell’artigianato con i codici statistici contributivi 41301, 41302, 41303, 41304 e 41305, nonché caratterizzati dai codici Ateco 2007 da 412000 a 439909.”

 

La domanda può essere presentata solamente per via telematica tramite il modulo “Rid-Edil” disponibile all’interno del cassetto previdenziale aziende del sito internet dell’Istituto.

Corsi per edilizia su www.impresa8108.it/products/edilizia

Codice ateco edilizia su www.codiceateco.it


Share