In linea con la filosofia 2.0 anche i consumatori hanno subito un’evoluzione, diventando protagonisti dell’informazione e non più solo fruitori passivi, in una parola sono diventati dei Prosumer. Letteralmente questo termine scaturisce da una crasi tra le parole: Producer e Consumer e viene usato per indicare coloro che non si limitano ad essere fruitori passivi delle informazioni, ma ne producono di proprie.


Con particolare riferimento al web, “prosumer” è chi produce (senza essere un professionista) nuovo materiale di qualsiasi tipo (grafico, musicale, fotografico, testo, video ecc…) rendendolo pubblico, oppure miscela materiale già esistente inserendolo in un contesto differente che ne varia il significato.Essi hanno imparato dai propri errori, sono scaltri, consapevoli di quello che vogliono e davanti a loro un’azienda non può più permettersi di sbagliare.Infatti, le Aziende non producono più abnormi quantità di prodotto per poi delegarne al Marketing la spinta commerciale, ma sono consci che sono gli stessi consumatori a deciderne la validità.
In questo contesto si afferma Prosumer-Tech (http://prosumer-tech.blogspot.com ), un blog-guida volto ad aiutare a districarsi da quell’overflow informativo, che spesso ci scoraggia nella ricerca delle informazioni, perché oggi, acquistare un prodotto che non sia “una sorpresa” deve e non può che essere un must.

Su Facebook Prosumer-Tech (http://www.facebook.com/pages/Prosumer-Tech/156417634403077) è pronto a ricevere suggerimenti sugli argomenti da approfondire.


Share