Hai da poco realizzato il tuo nuovo sito wordpress e lo hai pubblicato per far conoscere a tutti i tuoi prodotti o servizi, lo hai arricchito con foto, video e soprattutto contenuti interessanti per i visitatori. Hai curato l’ottimizzazione per i motori di ricerca e dopo qualche tempo registri già un buon numero di visitatori quotidiani. Nonostante ciò, riscontri un elevato tasso di abbandono della pagina, e non sai darti una spiegazione logica. Molto probabilmente, il tuo nuovo sito ha un tempo di caricamento troppo elevato e gli utenti, piuttosto che attendere, preferiscono tornare indietro e cercare su un altro sito ciò di cui hanno bisogno.

Oggi ti parlerò allora di come ottimizzare la velocità di un sito wordpress, sulla base di semplici indicazioni e suggerimenti che assumono grande importanza nel determinare il successo o meno di un sito internet, considerando che la velocità di caricamento di una pagina web è uno dei fattori di assoluta importanza per gli utenti. Proprio per questo motivo tali accorgimenti vanno sempre tenute in grande considerazione ogni qualvolta ti appresterai a realizzare una nuova risorsa online o ottimizzare quella esistente. Non perdiamo altro tempo prezioso e focalizziamo adesso l’attenzione sul tuo sito, al fine di migliorarne le prestazioni.

Ottimizzare le immagini

Prestiamo innanzitutto attenzione alle immagini del tuo sito che, è proprio il caso di dirlo, hanno “un peso” non indifferente sul caricamento delle pagine. Prima di pubblicare una nuova immagine, che delle volte può pesare anche diversi Mb, devi sempre  comprimerla in maniera tale da renderla anche 20 volte più leggera, senza alcun timore in termini di qualità. Considerando il gran numero di foto che oggi accompagnano i contenuti, il calcolo del peso recuperato mediante l’ottimizzazione delle immagini  è presto fatto e un sito più “leggero” è ovviamente molto più performante.

Gestione dei plugin

Oggi wordpress ci consente di installare una infinità di plugin, davvero utili per la funzionalità del sito. Spesso questi però, in particolar modo quando hanno un codice che non è ottimizzato correttamente, sono causa di rallentamento del caricamento delle pagine. Per questo motivo è bene cercare di installare soltanto quelli realmente utili ed evitare di adoperare quelli che servono a fare qualcosa che potrebbe essere ottenuto anche senza il loro ausilio. Eliminato il superfluo, è possibile andare ad individuare quali sono i plugin che rallentano il sito sfruttando il plugin “P3 plugin profiler”. Grazie a questa importante risorsa potrai scoprire quanto ogni singolo plugin incide sulle prestazioni del tuo sito, e regolarti di conseguenza.

Scegli l’hosting adatto

A disposizione degli utenti esistono tanti provider e non tutti restituiscono performance dello stesso livello: alcuni sono infatti in grado di fornire ottime prestazioni grazie alla qualità dell’hardware e della tecnologia impiegati,  altri non dispongono della stessa tecnologia e non riescono ad offrire lo stesso tipo di servizio. Scegliere un hosting veloce ed efficiente significa partire già con il piede giusto ed offrire un’ottima navigabilità agli utenti che visiteranno il tuo sito.

Ottimizzare il database

Non è detto che dopo aver disinstallato i plugin superflui, questi non abbiano lasciato traccia all’interno del database. Ecco il motivo per cui dobbiamo averne grande cura: più il database è “pulito” e meno informazioni contiene, più il sito risulterà essere veloce. Questo è uno dei parametri che i motori di ricerca tengono in grande considerazione per stabilire la posizione del tuo sito all’interno della SERP. Il modo migliore per ottimizzare il database di wordpress è farlo “a mano”, ma se non si hanno le conoscenze necessarie è possibile servirsi di appositi plugin, quale ad esempio “WP-DB Database”.

Eliminare il superfluo

E’ bene eliminare i commenti “spammosi” e indesiderati, che vanno altrimenti a sovraccaricare inutilmente il database, e con essi tutti quegli articoli che abbiamo deciso di non pubblicare e che giacciono tra le bozze. Essi impiegano infatti risorse al pari dei contenuti già online, ed è quindi facilmente intuibile il vantaggio dell’eliminarli in maniera definitiva.

In conclusione, tieni a mente queste indicazioni se hai riscontrato un’eccessiva lentezza nel caricamento del tuo sito, sia per  far si che i tuoi visitatori possano avere un’esperienza più gradevole navigando tra le pagine e sia perché la velocità di caricamento di un sito è un fattore molto importante per il posizionamento del tuo sito all’interno dei risultati di ricerca.


Share