Ecco una buona notizia per chi ama fare colazione al bar: scegliendo gli elementi giusti, nella giusta quantità, non dobbiamo per forza rinunciarci. Come prima cosa bisogna dire che non fare colazione è assolutamente sbagliato, come è sbagliato assumere solo un caffè al volo. Questa cattiva abitudine riguarda ben tre italiani su dieci. Il primo pasto della giornata deve fornire il 30% del fabbisogno giornaliero e non assumerlo equivarrebbe a iniziare la giornata con un difetto di energie, quindi con un bisogno maggiore di mangiare nell’arco della giornata. Anche la colazione al bar può essere adatta anche a chi è attento alle calorie, basta conoscere cosa mangiamo.

Il latte è una scorta di calcio e, se non ci sono particolari intolleranze, una tazza di cappuccino ci da dalle 30 alle 80 kcal, ma si può stare anche più leggeri scegliendo il latte di soia.

Il caffè da energie e pochissime calorie, è possibile scegliere tra diverse tipologie: c’è quello tradizionale e quello all’orzo o al ginseng.

Le brioches e i croissants sono il tasto dolente, quindi è preferibile scegliere quelli integrali e magari con il miele. Una brioche vuota apporta circa 270 kcl, una alla marmellata 340 kcl e alle crema 400 kcl.

 

Come fare attenzione alle calorie anche al bar – Croissant.


Share