Per gli esperti cake designer e gli appassionati di dolci ci sono tanti eventi e molte novità a livello di tecniche e tecnologie innovative, che rendono più facili e veloci le ricette di preparazioni di dolci, oltre alle tipologie di decorazione, di cui si occupa con molta passione la romana Chiara Caporizzi, che puoi seguire sul suo profilo di About me.


Chiara Caporizzi - cake design

GENOVA SI OFFRE AI CAKE DESIGNER E A TUTTI GLI APPASSIONATI DI DOLCI COME CHIARA CAPORIZZI

‘Fantasy Cake’ è l’evento che si è tenuto a Genova, presso il Porto Antico, precisamente ai Magazzini del Cotone il 14, il 15 e il 16 marzo 2014, per la seconda volta. Questo momento riunisce il mondo della pasticceria, del cake design e dell’arte decorativa di dolci. C’è un grande spazio dedicato alle innovazioni tecniche e tecnologiche del gusto, per aggiornare gli appassionati, come Chiara Caporizzi, sulle ultime tendenze ed incontrare i professionisti nelle aree dimostrative, ai workshop o nei laboratori. Anche a Pisa, nel week end dal 4 al 6 aprile 2014 presso il Polo Fieristico, si è svolta la prima edizione dell’evento ‘Pisa Cake Festival’ dedicato al mondo della decorazione di dolci e torte. Tra i professionisti possiamo citare anche Margaret Braun di New York. Tra gli eventi del festival, la presentazione di libri, uno spazio dedicato ai bambini, un contest per gli appassionati e tante torte per tutti.

Chiara Caporizzi Chiara Caporizzi

L’ISOMALTO, IL NUOVO PRODOTTO UTILIZZATO DAI CAKE DESIGNER COME CHIARA CAPORIZZI

Tra le innovazioni per la cucina di dolci e torte in genere c’è l’isomalto. Si tratta di uno zucchero alcolico, ottenuto attraverso il processo chimico di scomposizione dello zucchero in glucosio e mannitolo. A differenza dello zucchero derivato dalla barbabietola, questo dolcificante non alza il livello di zuccheri nel sangue e non favorisce la carie. Inoltre, è consigliato agli adulti di non assumere più di 50g al giorno e ai bambini non più di 25g. Si preferisce al saccarosio, perché è più facile lavorarlo: il punto di fusione è a 150°, ma cotto a 180°-190° mantiene un aspetto trasparente e limpido, utilizzando pentole di metallo a doppiofondo in acciaio o pentole in rame. Si consiglia di adoperare un ‘caramellometro’ per controllare la temperatura. Aggiungere 20-30g di acqua durante la cottura può servire per ottenere masse più elastiche. Raggiunta la temperatura, immergere la pentola in acqua fredda al fine di fermarne la cottura.


Per conoscere altre novità del campo del cake design, visitare il
profilo di About me di Chiara Caporizzi.


Share