L’andamento del mercato immobiliare nel Comune di Varese nel primo semestre del 2014 ha fatto complessivamente registrare un lieve aumento nel numero delle compravendite, con un incremento – che secondo alcuni consulenti immobiliari – ha sfiorato il 5 %.

Il dato viene letto ed accolto con un certo ottimismo da parte del Broker dell’agenzia immobiliare Remax di Varese Emanuele Cadei, all’interno della quale Vi operano 10 agenti immobiliari con la formula dello studio associato.

“il dato relativo all’incremento del numero delle transazioni immobiliari avvenuto nel primo semestre del 2014 nel Comune di Varese non ci coglie di sorpresa: all’interno della nostra agenzia possiamo infatti confermare questo andamento nella vendita di case a Varese, precisando però che l’incremento non ha sollevato – per ora – l’andamento dei prezzi degli immobili che continuano ad essere sotto pressione” ha affermato il Broker immobiliare Emanuele Cadei.

“La riduzione dei tassi applicati sui mutui dai principali Istituti di credito – continua Cadei – insieme alle ottime opportunità offerte dai prezzi competitivi delle case in vendita a Varese rispetto a qualche anno fa,  ha invogliato molte persone a guardare con fiducia al comparto immobiliare e a risvegliare la “voglia” di casa anche a Varese”.

Il numero di case in vendita a Varese è ancora elevato rispetto al numero di acquirenti che realmente possono acquistare casa creando così una selezione naturale degli oggetti che effettivamente troveranno collocazione nel breve: solo per quelli più appetibili e di migliore qualità ci saranno speranze di essere venduti.

I proprietari che non hanno una forte motivazione a vendere la loro casa e che dunque non “cederanno” alle pressioni del mercato, purtroppo non avranno speranza di vendere la loro casa a Varese.

Consideriamo poi che una casa costruita da oltre 10 anni, ha mediamente una scarsa efficienza energetica, ricadendo spesso nella categoria meno performante (Classe energetica G) e risultando dunque meno appetibile – a parità di prezzo – rispetto a case in vendita costruite negli ultimi anni che invece risultano nelle classi energetiche più efficienti (A o B): dunque l’usato deve fare i conti con la “competizione” rappresentata degli immobili nuovi. Se il prezzo di vendita richiesto non terrà conto di questi aspetti, sarà davvero dura vendere casa.


Share