(red.)  Il 60,3% delle case a Bergamo e nella provincia bergamasca è poco performante (classi G e F) e solo il 7,4% delle case a Bergamo rientra nelle categorie ad alte prestazioni per quanto riguarda i consumi (ovvero A+, A e B).

E’ quanto emerso nel corso della Tavola Rotonda delle Case di Bergamo “Efficienza e Risparmio Energetico: soluzioni innovative che riportano al centro le esigenze dei clienti” , di Domotecnica, la prima rete in franchising indipendente per le aziende di installazione e le case di Bergamo che operano nel campo dell’efficienza energetica, presenta al mercato la Soluzione Energetica Domotecnica certificata da ICIM, Ente di Certificazione indipendente, leader di mercato sugli aspetti energetici e di sostenibilità.

 Secondo i dati elaborati da Domotecnica e ICIM su base dati Finlombarda SpA-Cened, le Case di Bergamo e provincia, su 149.776 attestati di prestazione energetica rilasciati dopo l’approvazione della nuova procedura di calcolo avvenuta nell’estate del 2009, il 60,3% è stato classificato come poco performante (classi G e F), mentre solo il 7,4% delle case di Bergamo certificate rientra nelle categorie ad alte prestazioni per quanto riguarda i consumi (ovvero A+, A e B).

Urge quindi modificare e migliorare le case di Bergamo e renderle più performanti. Per tali motivi è necessario che, qualora nuove famiglie abbiano intenzione di acquistare case a Bergamo, scegliessero case di Bergamo performanti, in modo tale da diminuire i consumi cosicché l’energia consumata sia minore.


Share