È la regina della gamma Carmix, che esprime al massimo le potenzialità delle centrali mobili dell’azienda per la produzione di calcestruzzo. La grande agilità, unita a una produttività elevata, consente di usare la macchina in situazioni che richiedono potenza, versatilità e precisione.

Un design che facilita e ottimizza il lavoro

Come tutta la linea Carmix, anche questo modello mette a disposizione degli operatori un design essenziale, dove ogni elemento è funzionale alle esigenze operative dei professionisti. Le quattro ruote sterzanti, per esempio, facilitano le manovre negli spazi stretti, ottimizzando gli spostamenti. Inoltre, il motore Perkins da 112 Kw, sei cilindri raffreddato ad acqua, e la trasmissione integrale su quattro ruote motrici assicurano la necessaria potenza per affrontare cantieri difficili, con pendenze fino al 30%.

Una centrale per il calcestruzzo completa e su quattro ruote

 Carmix 5.5 XL rappresenta la sintesi perfetta di ciò che l’azienda offre ai professionisti: una centrale autonoma, in grado di produrre grandi quantità di calcestruzzo direttamente in cantiere. Il gruppo betoniera ha una capacità di 7600 litri con una resa effettiva per impasto di 5,5 m3. All’interno, un sistema con doppia elica di miscelazione e un bicchiere con rotazione a motore idraulico e riduttore epicicloidale consentono di ottenere un mix omogeneo e compatto. A questo risultato contribuisce anche il sistema di carico automatico, che grazie alla cabina frontale, accanto alla pala, consente di avere massima visibilità delle operazioni. Grande importanza rivestono gli strumenti di controllo e monitoraggio: Carmix 5.5 XL è equipaggiata con Joymix, un joystick servoassistito che comanda le funzioni idrauliche della pala e permette di scaricare il calcestruzzo fino a due metri di altezza. Opzionale, infine, il sistema di pesatura Load Cells, con celle di carico sotto il gruppo betoniera, per ottenere un calcestruzzo di alta qualità.


Share