“E’ stata una scelta naturale – ha dichiarato Salvatore di Maggio, Segretario Provinciale del PLI e fondatore di LiberaliBo’ perché è l’unica lista realmente civica, e perciò senza vincoli dai poteri politici. Il nostro obiettivo è quello di rinnovare radicalmente la dinamicità di un territorio che ha subìto anni di gestione scellerata, noncurante dei cittadini”.
Salvatore sostiene che una vera lista civica restituisce la gestione della città ai Bolognesi, quelli che amano per davvero questo nome, quelli che lavorano e ogni giorno mandano avanti una Bologna che i partiti non vedono come una preziosa realtà di persone, ma come un mero vessillo da conquistare.


D: Due lauree, in Ingegneria Meccanica e in Fisica, e un Dottorato di Ricerca in Ingegneria delle Macchine, come approda alla politica Salvatore di Maggio?
R: in modo assolutamente autonomo: spulciando sul web gli argomenti di maggiore interesse, mi sono trovato a frequentare regolarmente forum liberali. La svolta c’è stata quando ho conosciuto il gruppo Impegnati di Mario Caputi, che mi hanno messo in contatto con il PLI regionale. Solo per caso ho scoperto di essere “figlio d’arte”: parlando in famiglia è venuto fuori che mia madre aveva aderito alla Gioventù Liberale durante gli anni universitari.
D: E’ quindi un autodidatta a pieno titolo?
R: Si, mi sono formato con le letture di Stuart Mill, Von Mises, Rothbard e così via. Poi ho conosciuto la Scuola di Liberalismo del Centro Studi Lucio Colletti e da qui il circolo LibBO di Carlo Zucchi, Gustavo Cevolani e Tomaso Freddi.
D: Come vede questa realtà dei Liberali con Daniele Corticelli?
R: I Liberali, non essendo all’interno di giochi di potere, insieme a Bologna Capitale sono una vera innovazione per questa tornata elettorale, e la voglia di cambiamento che si tocca con mano è il principale motore che ha spinto i fondatori di Bologna Capitale a entrare in campo. Il mio motto è stato sempre “Andare oltre!”, per cui il rinnovamento è nel mio DNA, non potevo che trovare in Bologna Capitale l’interlocutore ideale per la volontà di una nuova Bologna.
Valentina Fonda
Valentina.f@fit4web.it


Share