È stata un’accoglienza davvero calorosa quella riservata dal nutrito pubblico presente presso lo Spazio Tadini a Milano, in via Niccolò Jommelli 24, a Cristiano De André e Mauro Corona durante l’incontro in stile conferenza dal titolo “Musica e parole”, che si è svolto in data 27 settembre, con l’organizzazione del manager della cultura Salvo Nugnes, che nell’occasione ha moderato il dibattito tra i due nomi di spicco. La cornice artistica di contorno all’evento è stata la grande mostra di Biennale Milano, presentata da Vittorio Sgarbi e allestita in loco fino all’1 ottobre 2015.

Cantautore, musicista, nonché figlio d’arte uno, scrittore, scultore nonché scalatore e alpinista l’altro, si sono avvicendati in un coinvolgente e vivace dialogo aperto, raccontando e raccontandosi con spontanea propensione, tanto nella vita privata quanto in quella professionale e svelando anche simpatici e inediti aneddoti personali. Personaggi molto carismatici e con carriere di risonanza internazionale, hanno amabilmente conversato con la platea gremita e hanno portato in luce argomentazioni di interessante rilievo e forte attualità. Non sono mancate delle letture significative da parte di Corona, che ha citato degli autori suoi preferiti, tra cui Pessoa, e le canzoni d’autore di De André, che ha voluto anche ricordare il famoso padre Fabrizio, con alcuni brani di emozionante sonorità, accompagnandosi con l’immancabile chitarra.

La partecipazione generale è stata entusiastica e i due protagonisti si sono ripromessi a vicenda di creare in futuro delle positive situazioni di incontro come questa e di mantenersi in contatto per sviluppare altre collaborazioni, stante la reciproca stima e ammirazione.
L’organizzatore Salvo Nugnes ha dichiarato: “È stato un appuntamento all’insegna del connubio simbolico tra musica, scrittura e arte, considerati dei linguaggi di portata e diffusione universale, che creano sinergie e legami speciali di unione tra la gente e che certamente De André e Corona contribuiscono a sostenere, con il loro prezioso esempio”.


Share