Ha preso il via ieri il Forum italiano sulla fatturazione elettronica, istituito con decreto dello scorso 13 dicembre 2011 dal Direttore Generale delle Finanze e coordinato dal Dipartimento delle Finanze del Ministero dell’Economia e delle Finanze, d’intesa con l’Agenzia delle Entrate. Il Forum, nato sulla spinta della Commissione Europea che ha dato vita all’omologo europeo “Multi-Stakeholder Forum on e-invoicing”, mira a far diventare la fatturazione elettronica – entro e non oltre il 2020 – il principale sistema di fatturazione utilizzato in Europa. Tutto questo si inserisce nella strategia “Europa 2020”, finalizzata alla crescita di un’economia sociale comunitaria che tragga vantaggi e benefici dell’applicazione delle tecnologie digitali.

Il Forum si occuperà di monitorare la diffusione e la distribuzione della fatturazione elettronica sul nostro territorio, di favorire lo scambio di esperienze e best practice, di elaborare un modello di fatturazione elettronica semplice, economico e integrabile coi diffusi processi di contabilità.
Assosoftware partecipa stabilmente al Forum con i propri esponenti e rappresenta al tavolo di confronto le software house che producono software (ERP) per la gestione amministrativa e contabile delle imprese. Ieri è intervenuta al Forum il segretario generale Mary Leggio che ha introdotto, dopo una breve presentazione dell’Associazione, le attività in corso in ambito di fatturazione elettronica oltre ad alcune delle criticità riscontrate, dando indicazione delle principali linee di attività in cui si intende fornire il proprio contributo.

Sono 125 le software house italiane aderenti ad Assosoftware che si confrontano ormai da anni sul forum dell’associazione, producono software gestionale per quasi 300.000 imprese e 120.000 commercialisti/intermediari; le software house attendono il decreto attuativo che renda obbligatorio l’utilizzo della Fattura Elettronica per gli scambi con la PA per i conseguenti benefici che ne trarrà l’intero sistema Paese. Secondo recenti stime dell’ABI e del Ministero dell’Innovazione, infatti, la sola digitalizzazione dei flussi di documenti relativi alle fatture farebbe risparmiare alla PA quasi 3 miliardi di euro ogni anno e altrettanti ai suoi fornitori privati.

L’intero settore delle software house gestionali conta molto nella possibilità che la fatturazione elettronica sia solo il primo tassello verso la completa dematerializzazione dei flussi documentali, portando con sé enormi vantaggi per tutti i soggetti coinvolti: le imprese, il sistema bancario, i cittadini, la Pubblica Amministrazione e non ultime le stesse aziende informatiche che offrono al mercato le soluzioni di fatturazione elettronica.

Ufficio Stampa Assosoftware
ufficiostampa@assosoftware.it


Share