L’aromaterapia è una disciplina antica che però tutti noi possiamo attualizzare e decidere di usare in casa per rendere gli ambienti domestici più accoglienti.

Già i popoli antichi, dai Persiani agli Egiziani, avevano capito come gli oli essenziali potessero essere molto efficaci in vari ambiti, dalla cosmesi alle funzioni sacre, e nel corso dei secoli questo tipo di arte o disciplina, che noi chiamiamo aromaterapia, si è diffusa e viene impiegata anche per profumare le case e gli ambienti in generale tramite dei prodotti naturali.

Volendo dare una definizione di aromaterapia, possiamo dire che si tratta si una terapia alternativa basata sull’utilizzo degli oli essenziali per il mantenimento della salute e del benessere del nostro organismo. L’aromaterapia si basa su due principi fondamentali: la percezione dell’odore sviluppato dagli oli essenziali e la penetrazione degli oli essenziali nella pelle. I benefici dell’aromaterapia derivano infatti sia dall’inalazione di determinati odori che dal contatto della cute con questi oli.

Quando si parla di aromaterapia per la casa ci si riferisce essenzialmente al primo principio, ossia quello relativo all’inalazione. Anche senza conoscere a fondo i benefici che l’inalazione di alcuni tipi di odori e profumi può comportare, possiamo comunque capire quanto i profumi siano importanti in ogni casa e ambiente, e di conseguenza comprendiamo quanto l’applicazione dei principi dell’aromaterapia potrebbero essere utili nelle nostre case. I profumi e gli odori sono un importante biglietto da visita ed un tratto distintivo di ogni casa: quando si entra per la prima volta in una casa il suo profumo è la prima cosa che ci colpisce e che ci dice che stiamo entrando in un’abitazione in cui non abbiamo mai messo piede prima, perché quello specifico profumo, dato forse dalla combinazione tra detergenti e profumazioni per la casa, deodoranti naturali, odori di cibo e piante e chissà quante altre variabili è tipico di quella casa e di nessun’altra. E naturalmente un odore piacevole ci dà l’idea di entrare in un ambiente accogliente, in cui staremo bene e ci sentiremo a nostro agio. Ma curare la profumazione della nostra casa non è importante solo per accogliere bene i nostri ospiti, ma anche e soprattutto per permettere a noi stessi di stare bene. Siamo noi, infatti, che passiamo del tempo nella nostra casa, e il profumo che in essa decidiamo di diffondere deve incontrare innanzitutto i nostri gusti.

Gusti personali a parte, però, ci sono dei profumi e di conseguenza degli oli da cui potremmo trarre benefici maggiori, e in questo senso sapere qualcosa in più in fatto di aromaterapia casa potrebbe tornarci particolarmente utile. La lavandola, per esempio, è un olio essenziale che ha un effetto tranquillizzante ed equilibrante per il sistema nervoso, ed è l’ideale se sentite il bisogno di avere un’atmosfera rilassante in casa. Effetto simile è quello prodotto dalla salvia sclarea, un olio usato anche per dare vitalità all’organismo, regolare il sistema nervoso e curare la depressione, e dal geranio, usato in aromaterapia per la sua funzione antidepressiva e riequilibratrice del sistema nervoso. Oltre che per le proprietà antidepressive, l’ylang-ylang, il sandalo e la rosa sono oli essenziali conosciuti anche per le proprietà sedative e afrodisiache, mentre l’incenso è conosciuto per le sue proprietà rilassanti per la mente e per il corpo, e viene usato contro l’ansia e la depressone.

Articolo a cura di Francesca Tessarollo
Prima Posizione Srl – e-mail marketing


Share