Ufficiodiscount.it, il portale per eccellenza nella vendita di cancelleria, offre, nella sua ampia gamma di prodotti, articoli che altre imprese non presentano: il contabanconote, l’eliminacode sono solamente alcuni esempi in quella che si può considerare come un’offerta integrata.
Per quanto concerne il primo, tenteremo, attraverso questo scritto, di elencare alcuni comportamenti da adottare quando ci si trova dinanzi ad una banconota falsa, sottolineando l’importanza di tale articolo in grado di non farci cogliere impreparati in questa delicata situazione, senza commettere scorrettezze o infrazioni che potrebbero costarci un caro prezzo.
Innanzitutto si deve affermare quanto sia facile, oggigiorno, incappare in soldi falsi, ad esempio, quando ci si trova in un esercizio commerciale e vi è uno scambio di denaro attraverso il tipico “resto” della somma.
Che cosa bisogna fare, dunque, quando troviamo del denaro falso?
Il primo consiglio, naturalmente, è di non provare a riutilizzare la banconota contraffatte poiché, quando un esercente dovesse accorgersene, potreste incappare anche in spiacevoli situazioni con il rischio di una denuncia. Ovviamente, se si ha a disposizione un contabanconote, risulta essenziale rilevare il danaro contraffatto e seguire le operazioni cui elencheremo di seguito: tale prodotto è reperibile ed acquistabile da catalogo online di Ufficiodiscount.it, assieme alla vasta gamma di articoli, come l’eliminacode.
E’ innanzitutto importante sapere che esiste un regolamento a cui far riferimento per la gestione dei soldi falsi che, in ogni caso, sarebbe bene visionarlo quanto prima per farsi trovare pronti e preparati per un’azione responsabile.
Si tratta del Provvedimento emesso dal Governatore della Banca d’Italia del 4 Settembre 2008 che attua l’art. 8 del decreto legge 25 settembre 2001 n. 350: il suddetto regolamento, impone l’obbligo per istituti e banche di ritirare le banconote false o sospettate di falsità, nonché di consegnarle alle autorità. Inoltre, sono previste delle sanzioni per chi non facilità il ritiro di tali banconote, siano essi cittadini e clienti di attività commerciali o dipendenti di Istituti di Credito.
Altro quesito: a chi consegnare le banconote false?
Secondo quanto stabilito dal regolamento del Governatore della Banca d’Italia, chi scopre di detenere o ha anche solo il sospetto di detenere soldi falsi ha la possibilità e il dovere di recarsi presso lo sportello di una qualsiasi Banca e degli Uffici Postali, ma anche presso la sede di intermediari finanziari e società di servizi.
È consigliato, al lettore, ma anche a tutti i cittadini, di visionare le informazioni ed i riferimenti normativi pubblicati nella sezione dedicata alle banconote della Banca d’Italia: possedere un contabanconote ed averlo sempre a portata di mano, può risultare cruciale se si desidera superare con successo situazioni incerte, soprattutto se si è un commerciante. Per quest’ultimo, dunque, non basta disporre di un eliminacode.


Share