La demenza senile è una malattia progressiva che comporta la perdita di memoria collegata alla ridotta capacità cognitiva.
Questo tipo di status determina conseguenze cerebrali irreversibili che inizia con piccole perdite di memoria per poi portare all’atrofia cerebrale. Le persone colpite da questo male, possono sopravvivere anche una decina di anni dopo la comparsa della malattia e nelle situazioni più critiche, senza la capacità di muoversi autonomamente e di comunicare con gli altri.


La malattia dell’Alzheimer è dovuta alla distruzione dei neuroni ed è accompagnata da una perdita di acetilcolina nel cervello: questo comporta l’impossibilità della cellula di trasmettere impulsi nervosi.
Villaggio Amico con i propri reparti, (il centro Alzheimer, la residenza sanitaria assistenziale ed il centro diurno per anziani), assiste le vittime ed i suoi familiari ponendo una specifica attenzione sia al lato medico che umano.
Non esiste un esame specifico per l’accertamento dell’Alzheimer, ma si arriva alla diagnosi dopo un attento esame delle condizioni fisiche e mentali della persona.
L’ospite del Centro Alzheimer è costantemente controllato e sottoposto ad analisi per valutare lo status della memoria, del linguaggio e dell’attenzione.
Il polo di Gerenzano propone il metodo Gentlecare di Moyra Jone, promuovendo così il benessere della persona in maniera non invasiva, attraverso la cromoterapia e l’aromaterapia.
Villaggio Amico cerca di combattere la demenza senile con metodi innovativi a ridotto uso farmacologico e ponendo particolare attenzione all’aspetto umano.

demenza senile, centro Alzheimer, residenza sanitaria assistenziale.


Share