Innanzitutto facciamo chiarezza su quali sono e chi sono gli enti che stabiliscono le norme che ogni dispositivo elettronico deve rispettare, in particolare gli alimentatori industriali che sono installati su grandi impianti.

Questi sono gli organismi protagonisti del percorso normativo incentrato sul miglioramento dell’efficienza energetica e sulla riduzione degli sprechi e dell’inquinamento ambientale:

CEC= California Energy Commission

DOE= US Department of Energy

EISA= Energy Independence and Security Act

ErP= Energy related Products

 

L’obbligo di riduzione del consumo di energia ha senza dubbio avuto fin dal principio un impatto positivo sull’ambiente e sul consumo energetico globale ma ha anche obbligato i produttori a rimanere al passo con i tempi e a rivedere processi e sistemi produttivi continuamente, per adeguarsi alle nuove normative.

In particolare ci si è concentrati sul consumo senza carico degli alimentatori switching: l’energia senza carico di un alimentatore industriale è il consumo di energia, espresso in Watt, consumato ad impianto spento, quindi da qui si capisce come mai impatti sul concetto di efficienza energetica e riduzione degli sprechi.

Il primo standard obbligatorio relativo all’assorbimento di energia senza carico di alimentatori industriale e dispositivi elettronici è stato emesso dall’ente CEC nel 2004 e si trattava del Livello III, che ha introdotto l’obbligo del consumo senza carico inferiore a 1W, prima di allora il consumo degli alimentatori non era regolamentato attraverso normative.

Ogni normativa ha effetto all’interno di un paese e solo se specificato come ad esempio il mercato americano, europeo e cinese.

Nel 2007 si passa all’obbligatorietà dell’efficienza energetica degli alimentatori di Livello 4, con l’EISA 2007 per il mercato americano e Livello IV della normativa ErP per il mercato europeo. In questo caso la soglia di consumo senza carico, ovvero ad impianto spento di 0.75W.

Dal 2011 si passa all’obbligatorietà del Livello V di efficienza energetica sia per il mercato europeo che americano con consumi senza carico inferiori a 0.5W ma non finisce così perché dal 2014 il DoE (US Department of Energy) inizia a stendere le basi per la nuova normativa che renderà obbligatorio il livello VI di efficienza energetica ovvero gli alimentatori, che rende ancora più stretti i limiti di consumo.

La maggior parte dei produttori di alimentatori switching ha dovuto infatti adeguarsi alla normativa EISA 2007 e ErP EU di livello VI che sarà obbligatoria da febbraio 2016. Un esempio efficace sono gli alimentatori Meanwell che garantiscono alta efficienza con bassi consumi di energia. Le nuove serie di alimentatori Meanwell arrivano a consumare meno di 0.075W senza carico, in perfetto rispetto della nuovissima normativa! Ecco tutte le serie di alimentatori a basso consumo energetico Meanwell che garantiscono il rispetto della nuova normativa EISA 2007 e ErP:

serie GST: adattatori meanwell Desktop e Wall Mount da 18W a 280W

Serie SGAAdattatori Wall Mount slim e Plug EU/USA da 12W a 60W

Serie GEM18 Adattatore medicale 18W con certificazione 2xMOPP

Serie GE30: Nuovo adattatore con plug intercambiabile 30W, l’ultimo alimentatore switching lanciato sul mercato della serie GE Meanwell.

 

 

 


Share