Da secoli parte integrante dell’alimentazione orientale, le alghe – organismi vegetali dell’ecosistema marino – hanno cominciato a diffondersi nella cultura occidentale soltanto negli ultimi anni tramite l’introduzione di varie cucine etniche come quella cinese e quella giapponese.

Esistono diverse varietà di alghe, classificate secondo il colore: gialla, rossa, verde, blu e bruna.

Per quanto possa sembrarci strano consumare questo alimento un po’ insolito per noi, i motivi per farlo sono molteplici poiché possiede delle ottime proprietà salutari.
Le sostanze di cui sono composte le alghe variano a seconda della specie a cui appartengono, ma generalmente sono tutte ricche di sali minerali come ferro, magnesio, potassio e calcio, vitamina A e beta-carotene, fibre e iodio. Questi vegetali sono inoltre caratterizzati dalla presenza di Omega 3, proteine, vitamine B, C, D, E e acido alginico, sostanza che favorisce la depurazione del nostro organismo attraverso l’eliminazione di metalli pesanti. Tutte queste sostanze fanno sì che le alghe rappresentino quindi una fonte alternativa nutriente per coloro i quali seguono un’alimentazione vegetariana.

Le alghe dunque:
– hanno proprietà disintossicanti, grazie soprattutto all’acido alginico che contengono,
– possiedono proprietà antinfiammatorie, grazie anche agli acidi grassi,
– rafforzano il sistema immunitario, le ossa, le unghie e i capelli,
– hanno proprietà antiossidanti,
– possiedono proprietà dimagranti, in quanto lo iodio presente stimola la tiroide e aiuta l’accelerazione del metabolismo,
– sembrano inoltre avere proprietà antitumorali, ma studi sull’argomento sono ancora in corso.

Tra i principali tipi di alghe ci sono: Nori, Wakame, Dulse, Spirulina, Agar Agar, Arame, Kombu, Klamath e Hijiki.
In commercio si trovano generalmente essiccate e per consumarle occorre prima reidratarle per circa 20/30 minuti. Dopodichè è possibile cucinarle in diversi modi – crude, cotte, fritte, bollite, al forno -, abbinarle come contorno a molti alimenti e aggiungerle durante la preparazione di zuppe, legumi e verdure.

Un ulteriore nuovo modo di prendersi cura di se stessi in modo naturale e biologico.


Share